Tennis: regola “No Let”

News

Tennis: regola “No Let”

Fino a fine marzo sarà attuata una regola sperimentale, promossa e voluta dall’ATP, che prevede il “no let”, cioè rende valida la battuta che pur toccando la rete, cade nell’apposito rettangolo di servizio. In via sperimantale è stata validata soltanto per i tornei Challenger ATP e in Italia, ha avuto il suo “esordio” nell’importante torneo di Bergamo, in svolgimeno in questi giorni. A fine marzo, l’ATP prenderà una decisione definitiva. Lo scopo sarebbe quello di rendere più avvincente la partita, sullo stile della modifica fatta qualche anno fa nel regolamento pallavolistico, ma l’abitudine dei giocatori a “giocare normalmente” crea sicuramente qualche imbarazzo e incertezza, avvantaggiando ancor più il battitore. Ascoltando qua e là le sensazioni dei giocatori, sembra che la regola non piaccia granchè. Ma forse, appunto, è solo una questione di abitudine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche