Tentano di affogare un ambulante e nessuno reagisce

Cronaca

Tentano di affogare un ambulante e nessuno reagisce

Salento – Due ragazzi salentini si sono scagliati contro un ambulante di 17 anni della Nuova Guinea. I due avevano rubato un paio di occhiali e alla reazione del giovane ambulante, che ha preteso la restituzione, hanno reagito colpendolo con calci e pugni, trascinandolo poi in mare dove gli hanno tenuto la testa sott’acqua.

Tutto questo avveniva di fronte ai bagnanti che non hanno reagito e anzi, all’arrivo della volante di polizia, hanno accerchiato l’auto per facilitare la fuga di uno dei due, inveendo contro il povero ambulante.

Il fatto è avvenuto a Torre Chianca dove i due ragazzi, Federico Ferri e Mirko Castelluzzo, rispettivamente di 25 e 37 anni, sono poi stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio. Entrambi sono vicini a gruppi criminali leccesi che operano nel capoluogo: Castelluzzo, pur essendo un sorvegliato speciale con obbligo di dimora, non ha avuto remore a sostare sulla spiaggia in compagnia degli amici.

Il giovane ambulante è stato portato in ospedale e sottoposto alle cure del caso riportando una prognosi di 10 giorni.

E’ poi stato riaccompagnato a casa, dove abita con la famiglia, composta da lavoratori tutti in regola con i permessi di soggiorno.

Grazie alle indagini dei poliziotti sono state denunciate altre tre persone per offese a sfondo razziale e furto visto che durante le fasi di intervento della polizia hanno inveito contro l’immigrato, rubandogli altre cinque paia di occhiali e 40 euro, cioè il guadagno di un’intera giornata di lavoro sotto il sole.

2 Commenti su Tentano di affogare un ambulante e nessuno reagisce

  1. Non sono razzista penso sono diventata semplicemente molto intollerante e ha causa di questo governo che ci fa fare una guerra tra poveri premesso questoquello che e accaduto a quel ragazzo non e ammisdibile x comunque stava lavorando non dimentichiamo che il frutto del lavoro guadagnato onestsmente e per principio sacro

  2. Non sono razzista penso sono diventata semplicemente molto intollerante e ha causa di questo governo che ci fa fare una guerra tra poveri premesso questoquello che e accaduto a quel ragazzo non e ammisdibile x comunque stava lavorando non dimentichiamo che il frutto del lavoro guadagnato onestsmente e per principio sacro

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche