Las Vegas, tentativo di uccidere Donald Trump

Esteri

Las Vegas, tentativo di uccidere Donald Trump

tentativo di uccidere donald trump

Un tentativo di uccidere Donald Trump a Las Vegas è stato sventato pochi giorni fa. Protagonista un 20 enne che ha cercato di rubare la pistola a un agente.

L’uomo è stato denunciato e arrestato: per lui era il modo più semplice per procurarsi un’arma con cui sparare a Donald Trump.

Sottrarre l’arma ad un poliziotto per sparare a Donald Trump

E’ stato sventato da un pronto intervento degli agenti di polizia un tentativo di uccidere Donald Trump. Un 20 enne di nazionalità britannica avrebbe tentato di sottrarre l’arma di ordinanza ad un poliziotto, sabato scorso. Era in corso un evento elettorale del candidato repubblicano alla Casa Bianca e l’uomo avrebbe avvicinato l’agente. Secondo quanto riportato all’interno della denuncia presentata presso l’ufficio del procuratore dello stato del Nevada, accortosi che poteva tentare di prendergli l’arma, l’avrebbe impugnata con entrambe le mani, senza però riuscire a impadronirsene.

Era il modo più semplice per cercare di uccidere

Interrogato, il 20 enne avrebbe dichiarato che era intenzionato a sparare a Donald Trump e che quello era il modo più semplice per procurarsi un’arma. L’uomo, secondo quanto ha riferito il sito di NBC News, “se fosse stato libero avrebbe ritentato”. Il tentativo di uccidere Donald Trump è stato bloccato sul nascere dalla prontezza dell’agente che si trovava in servizio presso il Treasure Island Casino di Las Vegas, dove si svolgeva un comizio del candidato repubblicano alla presidenza Usa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...