TEPCO verso la nazionalizzazione? COMMENTA  

TEPCO verso la nazionalizzazione? COMMENTA  

Un'immagine dell'impianto TEPCO di Fukushima Daiichi ripresa nei giorni dell'incidente nucleare

Secondo alcune voci, il Governatore della Prefettura di Fukushima, sul cui territorio, ovviamente, si trova l’impianto di Fukushima Daiichi, avrebbe comunicato al Presidente di TEPCO la sua intenzione di non autorizzare ulteriori operazioni nel territorio di cui è responsabile. Se confermata, la decisione avrebbe come conseguenza la necessità di decommissionare non solo i reattori 5 e 6 di Fukushima Daiichi, non interessati e non coinvolti nell’incidente di marzo, ma anche i quatro reattori, assolutamente intatti, di Fukushima Daini.


A questo punto, la situazione finanziaria ed economica di TEPCO verrebbe a peggiorare ulteriormente: la società giapponese si troverebbe di fatto nell’impossibilità di generare qualunque reddito dalle centrali di Daiichi e Daini, uno scenario che aprirebbe le porte alla possibile nazionalizzazione della società, ipotesi avanzata da diversi osservatori già in passato.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*