Terremoto aggiornamenti: udite voci tra le macerie dell’Hotel Roma COMMENTA  

Terremoto aggiornamenti: udite voci tra le macerie dell’Hotel Roma COMMENTA  

Sono ancora accese le speranze dei soccorritori di trovare persone in vita sotto le macerie di case e alberghi distrutti dalla violenza del terremoto del 24 agosto, magnitudo 6.0, e dalle successive scosse che hanno ulteriormente peggiorato la situazione. Speranze che si sono fatte più forti in questi minuti, ad oltre 56 ore dal primo sisma, quando, secondo quanto riportato da Corriere.it, sarebbero state udite delle voci tra le macerie dell’Hotel Roma di Amatrice, simbolo di questa catastrofe.

Leggi anche: La violenza del terremoto nel Lazio: Amatrice prima e dopo il sisma


Si tratta dell’unico hotel di Amatrice e la violenza del terremoto lo ha praticamente raso al suolo: le sue 40 camere però erano tutte occupate e piene di turisti dunque è qui che ora dopo ora i soccorritori continuano a scavare, nella speranza di individuare persone ancora in vita e bisognose si aiuto.

Leggi anche: Terremoto news: bambino sotto le macerie ad Amatrice, ha chiesto aiuto

Tra le macerie potrebbero essere presenti due o più sopravvissuti e in questa eventualità si prepara un intervento di emergenza nel tentativo di riuscire a salvarli.

Leggi anche

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato
Esteri

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato

Scompare a 16 anni e viene ritrovato sulla sponda di un fiume decapitato. Arrestato un suo compagno di scuola.   Quando è uscita di casa non si sarebbe mai aspettata di trovarsi di fronte una scena da vero film horror sulle sponde del fiume Merrimack, nei pressi di Lawrence, in Massachusetts. Stava passeggiando con il suo cane quando ha visto quel corpo smembrato e abbandonato tra le sterpaglie: il macabro resto di un omicidio di un adolescente per il quale adesso gli investigatori hanno arrestato un compagno di scuola che dovrà rispondere davanti ai giudici di omicidio di primo grado. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*