Terremoto catastrofico colpisce Afghanistan e Pakistan, 27 vittime il bilancio provvisiorio COMMENTA  

Terremoto catastrofico colpisce Afghanistan e Pakistan, 27 vittime il bilancio provvisiorio COMMENTA  

Una violentissima scossa di terremoto è stata registrata alle ore 10:09 italiane nella porzione di territorio compresa tra l’Afghanistan e il Pakistan. La scossa, potenzialmente catastrofica, sarebbe stimata in una magnitudo compresa tra i 7.5 e i 7.7 circa ed è stata distintamente avvertita anche nel nord dell’India. L’epicentro del sisma sarebbe da identificare nella regione afghana dell’Hindukush. Fra le città coinvolte dal sisma di elevata magnitudo Lahore, Islamabad, Rawalpindi, Peshawar, Kohat e Malakand, dove la gente si è precipitata per le strade.

Leggi anche: Pakistan: Sharabat Bibi arrestata, la monna lisa della guerra afgana


Per il momento le vittime accertate sarebbero 27 ma la sensazione è che il bilancio possa essere destinato a crescere esponenzialmente di ora in ora. Le linee elettriche e telefoniche sono interrotte nella maggior parte della zona interessata. Il governo del Pakistan ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale, mobilitando tutte le proprie strutture per soccorrere i civili rimasti sotto le macerie: “Il primo ministro Nawaz Sharif ha ordinato a tutte le agenzie federali civili e militari la dichiarazione immediata di emergenza e la mobilitazione di tutti i mezzi per garantire la sicurezza dei cittadini”, si legge in una nota del governo.

Leggi anche: Maryam Meher: la campionessa di basket afghana


La zona è conosciuta per essere soggetta a frequenti terremoti anche di notevole entità, ma la scossa registrata pochi minuti si profila come una delle più potenti mai avvertite negli ultimi dieci anni.


Non si conosce ancora l’entità dei danni e il bilancio delle vittime, che potrebbe essere assai rilevante. Nelle prossime ore seguiranno aggiornamenti.

Leggi anche

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato
Esteri

Ragazzo di 16 anni scomparso: ritrovato decapitato

Scompare a 16 anni e viene ritrovato sulla sponda di un fiume decapitato. Arrestato un suo compagno di scuola.   Quando è uscita di casa non si sarebbe mai aspettata di trovarsi di fronte una scena da vero film horror sulle sponde del fiume Merrimack, nei pressi di Lawrence, in Massachusetts. Stava passeggiando con il suo cane quando ha visto quel corpo smembrato e abbandonato tra le sterpaglie: il macabro resto di un omicidio di un adolescente per il quale adesso gli investigatori hanno arrestato un compagno di scuola che dovrà rispondere davanti ai giudici di omicidio di primo grado. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*