Terremoto di magnitudo 3 tra Umbria e Marche, avvertito dalla popolazione

Cronaca

Terremoto di magnitudo 3 tra Umbria e Marche, avvertito dalla popolazione

1

Momenti di paura questa mattina per i cittadini che vivono al confine tra Umbria e Marche, dove poco prima delle 7 si è verificato un terremoto di magnitudo 3 della scala Richter, nettamente avvertito dalla popolazione, svegliata di soprassalto dalla scossa. L’epicentro è stato individuato da Ingv al confine tra la provincia di Ascoli Piceno e quella di Teramo: una scossa che si è verificata alle 6:50 nel distretto sismico Monti della Laga e con un ipocentro superficiale di soli 8,1 km. Tra i comuni entro 10 chilometri dall’epicentro vi sono Ascoli Piceno e, in provincia, i Folignano e Roccafluvione, oltre a Valle Castella nella provincia di Teramo. Il terremoto ha fatto tremare pavimenti e lampadari scatenando la paura della popolazione, con centinaia di telefonate ai vigili del fuoco. Il sisma seppur piuttosto intenso non ha provocato danni a cose o persone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche