Terremoto in Costa Rica, scatta l’allarme Tzunami COMMENTA  

Terremoto in Costa Rica, scatta l’allarme Tzunami COMMENTA  

Costa Rica – Un forte sisma si è verificato a largo delle coste del Costa Rica a circa 60 km dalla città di Liberia e a 141 chilometri ad est della capitale San Jose. L’epicentro è stato individuato a 8 km a nordest della città di Samara. Il sisma è stato di 7.6 sulla scala Richter. Si hanno notizie di danni a diverse infrastrutture nella provincia di Guanacaste. A Nosara, città costiera a No0rd est del Costa Rica, si sono visti alberi e lampion ondeggiare con forza. Gli insegnanti della scuola cittadina hanno portato fuori gli alunni. Il Centro di allerta Tsunami del Pacifico aveva lanciato l’allarme per il rischio di uno tsunami in seguito al sisma. Gli Stati minacciati dall’allarme tsunami erano dieci: Costarica, Panama, Nicaragua, El Salvador, Honduras, Messico, Colombia, Ecuador, Guatemala e Perù. L’allarme è successivamente rientrato.

Leggi anche: Fa sesso con una radice di mezzo metro, uomo rischia la vita


Il forte terremoto si è verificato questa mattina alle 8:42. La scossa è stata originata dalla subduzione tra la placca Cocos e la placca dei Caraibi nella regione della Penisola di Nicoya.

Leggi anche

Referendum: Renzi annuncia le sue dimissioni
News

Referendum: Renzi annuncia le sue dimissioni, le reazioni del mondo

Referendum costituzionale: bocciata la riforma. Vince il NO. Matteo Renzi annuncia le sue dimissioni. Il premier Matteo Renzi ha telefonato al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, una volta confermato l'esito negativo del referendum, prima della conferenza stampa in cui ha annunciato le dimissioni. Prima della conferenza stampa ha inviato un tweet: "Grazie a tutti, comunque. Tra qualche minuto sarò in diretta da Palazzo Chigi. Viva l’Italia! Ps Arrivo, arrivo". Dopo la vittoria del No al referendum, con voce rotta dalla commozione, in una conferenza stampa a Palazzo Chigi che conclude con un ringraziamento a moglie e figli. Il popolo italiano "ha parlato Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*