Terrore sul treno in Germania: arriva la rivendicazione dell’Isis COMMENTA  

Terrore sul treno in Germania: arriva la rivendicazione dell’Isis COMMENTA  

Un altro attacco rivendicato dall’Isis. E’ quello avvenuto ieri sera su un treno regionale in viaggio tra Treuchtlingen a Wuerzburg, in Germania. Proprio a bordo del treno un 17enne afghano, si è avventato sui passeggeri con un’accetta ed un coltello ferendone gravemente tre e lievemente uno. Il giovane, un rifugiato giunto senza i genitori in Germania, è stato ucciso dalla polizia. Oltre alle persone ferite, altre quattordici, presenti nel convoglio al momento dell’attacco, sono rimaste sotto shock ma fortunatamente illese.


L’attentato è stato da poco rivendicato dall’Isis, proprio come avvenuto pochi giorni fa in seguito alla strage di Nizza: “L’autore dell’operazione di accoltellamento in Germania è un combattente dello stato islamico ed ha compiuto questa operazione in risposta agli appelli a colpire la coalizione che combatte lo stato islamico” ha scritto l’agenzia di stampa del Califfato Amaq citando fonti della “sua sicurezza”. La polizia ha trovato, nella stanza in cui viveva il 17enne, una bandiera dell’Isis disegnata a mano, notizia confermata dal ministro dell’Interno della Baviera Joachim Hermann alla tv pubblica Zdf.

Si ritiene che abbia agito da solo, senza che terze persone abbiano contribuito a dar forma al terribile piano omicida: il ministro dell’Interno della Baviera Joachim Hermann ha infatti dichiarato:”Era da solo sul treno e ha compiuto l’azione da solo”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*