Terrore su un treno in Svizzera, dà fuoco ai passeggeri: 6 feriti, alcuni gravi COMMENTA  

Terrore su un treno in Svizzera, dà fuoco ai passeggeri: 6 feriti, alcuni gravi COMMENTA  

Attacco immotivato su un treno in Svizzera. E’ accaduto nel cantone di San Gallo, a poca distanza dal confine con Lichtenstein ed Austria, luogo solitamente tranquillo, teatro di un dramma: un uomo di 27 anni, elvetico, ha attaccato i passeggeri di un treno con un coltello e del liquido infiammabile, ferendo sei persone, alcune delle quali gravemente. Poi è stato a sua volta ferito e portato in ospedale, dopo essere stato arrestato. Per alcune ore anche la Svizzera ha temuto di essere divenuta teatro degli attacchi terroristici dell’Isis: al momento però sembra che le ragioni del terribile gesto siano passionali, il che andrebbe ad escludere moventi politici o religiosi. Sembra infatti che il 27enne avesse come obiettivo principale una donna, effettivamente ferita con ustioni.


L’episodio si è verificato sulla tratta ferroviaria St. Margarethen-Sargans: il treno stava arrivando, intorno alle 14.20, alla stazione di Salez quando l’uomo ha versato il liquido infiammabile su alcuni passeggeri dandogli fuoco per poi infierire con un coltello.

Tra i feriti vi sono anche un bambino di sei anni, un ragazzo ed una ragazza di 17, oltre a due donne di 34 e 43 anni ed un cinquantenne.

E’ stata aprta dalla procura di San Gallo un’inchiesta penale per quanto accaduto. Anche il treno ha riportato ingenti danni stimati in almeno 100mila franchi svizzeri.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*