Terrorismo, gli Usa ‘allertano’ i cittadini statunitensi: ‘Evitate luoghi affollati’ COMMENTA  

Terrorismo, gli Usa ‘allertano’ i cittadini statunitensi: ‘Evitate luoghi affollati’ COMMENTA  

Un allarme lanciato dal Dipartimento di Stato americano ha lanciato un’allerta rivolto a tutti i cittadini statunitensi al fine di tenere alta l’attenzione, in qualsiasi parte del mondo si trovano, per non incorrere nel rischio di rappresaglie terroristiche. L‘Is, dunque, rimane una vera e propria minaccia globale, ancora viva e imprevedibile.

Leggi anche: Allarme bomba su due aerei atterrati a Bruxelles


Proprio ieri Londra aveva espresso i timori che l’Is possa procurarsi in futuro le ‘componenti radiologiche‘ per costruire ordigni nucleari ‘sporchi’ – come si legge in una nota sulla sicurezza citato ieri da Cameron per spingere i deputati a dare l’ok alla missione in Siria. Secondo Washington,i gruppi terroristici sparsi in tutto il mondo ( Is, al-Qaeda, Boko Haram su tutti) starebbero continuando a pianificare, ovunque, attacchi con l’utilizzo di armi convenzionali e non convenzionali.

L’allerta del Dipartimento di Stato Usa è esteso fino ad un orizzonte temporale che durerà fino al 28 febbraio: ‘State attenti – si legge nella nota di allerta – a tutto quello che vi sta intorno, evitate le concentrazioni di persone e i luoghi affollati‘. Uno stato di tensione che sarà ancora più accentuato nel corso delle festività natalizie.

Leggi anche: Attacco a Bruxelles, Le vite spezzate da jihad. Identificate le prime vittime


Il dipartimento di stato Usa, riterrebbe la minaccia ancora più credibile e sostenuta proprio per il ritorno in territorio statunitense di membri dello stato islamico (Iraq e Siria). Nell’avviso diramato dalle autorità americane si menziona anche il fatto che ‘governi di Paesi stranieri hanno intrapreso azioni per proteggersi contro gli attacchi terroristici, ed alcuni hanno innalzato il livello di allarme.

Noi continuiamo a lavorare a stretto contatto con i nostri alleati per contrastare la minaccia del terrorismo internazionale‘.

Intanto prosegue l’allerta massima (livello 4) anche a Bruxelles, prorogato di altre 24 ore, fino alla giornata di giovedi, con la chiusura delle scuole, delle Università e delle metropolitane.

L'articolo prosegue subito dopo

Secondo il ministro dell’Interno belga, il lavoro di ‘bonifica’ del territorio belga non si è ancora esaurito, dopo gli arresti di martedi.

Leggi anche

Bimbo nato disabile a Catania: le sentenzevoleva finire il turno
Attualità

Bimbo nato disabile a Catania: le sentenze

Nasce un bambino disabile perché i medici non hanno voluto fare gli straordinari. La malsanità oggi è all'ordine del giorno in Italia.   Una mamma disperata e traumatizzata di Catania racconta. "Li imploravo di farmi il cesareo, ma loro mi ignoravano. Ora mio figlio è disabile e non so ancora un giorno potrà parlare e camminare, non so nemmeno se sente la mia voce". La donna doveva partorire e i medici le hanno negato il parto cesareo per evitare lo straordinario e poter così ritornare a casa. La donna oggi, a distanza di un anno e mezzo dalla nascita del suo bambino, chiede Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*