Terrorismo in Germania: negata sepoltura agli attentatori islamici COMMENTA  

Terrorismo in Germania: negata sepoltura agli attentatori islamici COMMENTA  

germania attentati

I capi dell’Islam negano la sepoltura in Germania agli attentatori islamici di Wurzburg ed Ansbach.  I terroristi in Germania non avranno una tomba. 

I capi dell’Islam, del consiglio centrale dei mussulmani in Germania hanno dichiarato il divieto di sepoltura per gli attentatori suicidi di Wurzburg ed Ansbach.

Si tratta di Mohammed Delel, 27 anni, richiedente asilo, siriano con problemi psichiatrici. Aveva giurato fedeltà al sedicente califfo Abu Bakr al-Baghdadi in un video trovato nel suo cellulare. Inoltre aveva promesso di compiere una strage per vendetta contro la Germania “nel nome dell’Islam” . Era noto alle autorità per aver già tentato il suicidio due volte a causa di una forte depressione per la quale era in cura.


L’altro attentatore suicida era un adolescente di origini iraniane. Ha ucciso 9 persone, la maggior parte minorenni, in un centro commerciale a Monaco di Baviera, prima di togliersi la vita. Secondo gli inquirenti il ragazzo soffriva di disturbi psichici ed era ossessionato dalle stragi di massa. Pare che l’attentato sia stato preparato da oltre un anno e esplicitato in una sorta di manifesto.


Il Consiglio dei mussulmani bavaresi è stato molto chiaro. Niente sepoltura per loro. Non si sa come reagiranno gli appartenenti alla comunità.

Abu El Qomsan, esponente del consiglio centrale ha dichiarato: «noi negheremmo certamente la sepoltura a attentatori suicidi» 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*