Terrorismo jihadista, arrestato italiano convertito all’islam: blitz in diverse città italiane COMMENTA  

Terrorismo jihadista, arrestato italiano convertito all’islam: blitz in diverse città italiane COMMENTA  

Pesaro – C’è un italiano tra gli arrestati nell’ambito di un’operazione denominata “Niriya” contro presunti terroristi islamici. Si tratta di Andrea Campione, 28 anni, nato a Senigallia ma residente a Montelabbate (Pesaro Urbino). Durante le perquisizioni, la polizia ha trovato materiale di propaganda jihadista.

L’uomo, convertitosi all’Islam, aveva cambiato il suo nome in Abdul Wahid As Siquili e si preparava ad andare in Marocco. L’uomo è accusato di addestramento ad attività di terrorismo internazionale.

In totale gli indagati sono 10. Perquisizioni sono in corso nelle città di Cagliari, Milano, Palermo, Pesaro, Salerno e Cuneo. L’operaio arrestato non sarebbe l’unico italiano votatosi alla causa della jihad.

La polizia, infatti, ha tenuto sotto costante osservazione diversi italiani frequentatori del sito di porpaganda jihadista Minbar-Sos, oscurato nel 2009. Tra i frequentatori del sito ci sarebbe anche un insegnante di lettere, residente a Cagliari.

L'articolo prosegue subito dopo

Il docente avrebbe tradotto e diffuso in rete materiale di propaganda qaedista.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*