Tessuti: Si lavorano gli Scarti delle Arance

Ambiente

Tessuti: Si lavorano gli Scarti delle Arance

Tonnellate di arance mandate al macero in Sicilia sembrano un insulto, mitigato però dal fatto che presto quelle arance (o meglio le loro bucce) potrebbero diventare dei filati.

Adriana Santanocito che, nata in Sicilia, ha studiato moda a Milano, ha pensato ad una fibra tessile derivata dall’arancia. A settimane, insieme con Enrica Arena fonderà la Orange Fiber.
Per creare il filato viene utilizzato tutto il frutto. Gli agrumi si ricavano dalla produzione eccedente e dagli scarti di trasformazione. Santanocito, fondatore e designer della Orange Fiber, spiega “Tramite un procedimento chimico a basso impatto ambientale, portato avanti con solventi green, viene estratta la cellulosa dai frutti. Questo materiale diventa una nuova materia prima che le industrie tessili possono trasformare in tessuto. La fase di ricerca è stata portata avanti con la collaborazione di Elena Vismara, docente del Politecnico di Milano esperta nel recupero di cellulosa da materiali di scarto”.

1 Commento su Tessuti: Si lavorano gli Scarti delle Arance

  1. In relazione al riutilizzo della buccia di arancia per creare tessuti destinati all’abbigliamento vorrei sapere quali precauzioni vengono prese per le arance trattate con IMAZALIL. Grazie e saluti Lorena Pizzato Biella

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

coccinella
Animali

Cosa mangia una coccinella?

15 agosto 2017 di Notizie

A seconda della specie di appartenenza, la coccinella può mangiare larve, vari tipi di insetti, polline o funghi delle foglie.