Test di gravidanza: come fare a riconoscere i falsi - Notizie.it

Test di gravidanza: come fare a riconoscere i falsi

Donna

Test di gravidanza: come fare a riconoscere i falsi

Test di gravidanza: come fare a riconoscere i falsi
Test di gravidanza: come fare a riconoscere i falsi

Test di gravidanza: come fare a riconoscere i falsi. Ecco da che cosa dipendono i falsi negativi e positivi e affidabilità test.

Test di gravidanza: come fare a riconoscere i falsi. Oggigiorno i test di gravidanza possono essere utilizzati a partire dal primo giorno di ritardo. Si tratta di strumenti molto semplici da usare. Nonostante l’affidabilità molto alta di questi test, a volte la famosa striscia rosa potrebbe sbagliarsi di grosso.

Generalmente c’è circa il 3% di possibilità che ciò accada. Ci sono diversi fattori che possono causare l’alterazione di un test di gravidanza. Innanzitutto, una gravidanza biochimica, che può creare più comunemente un cosiddetto “falso positivo”. In poche parole, si tratta di un aborto spontaneo precoce, che avviene prima di 5 o 6 settimane di gestazione. Per scoprire se si tratta di una gravidanza chimica è necessario fare un test quantitativo HCG a distanza di 48 ore.

La differenza tra gravidanza biochimica e gravidanza sana è che nella seconda l’HCG raddoppia ogni 48 ore.

In una gravidanza biochimica ciò non si verifica, anzi c’è una diminuzione dell’ormone. Un altro motivo per cui si può verificare un falso è che il test non è stato eseguito correttamente. Se si lascia il test troppo a lungo senza essere letto, il colore della barra può svanire evidenziando il test come positivo.

Talvolta il test può essere difettoso. Per questa ragione è bene assicurarsi che non sia scaduto o compromesso. Per essere sicuri che sia veritiero bisogna fare una controprova. Sarebbe meglio rifare il test con un’altra marca.

Non assumere farmaci perché possono provare un falso positivo. Non assumere metadone, clordiazepossido, prometazina.
Anche diverse malattie rare possono causare la falsità del test. Per esempio, tumori a pancreas e utero. Si tratta di un’eventualità veramente rara, da tenere tuttavia in considerazione.

Tuttavia, è sempre bene, dopo il test di gravidanza in casa, farne uno dal medico, tramite analisi del sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche