Texas, studentessa smembrata e bruciata viva: il killer era appena uscito dal carcere

RAGAZZA TEXANA UCCISA.
RAGAZZA TEXANA UCCISA.

Una studentessa texana è stata smembrata e bruciata ancora viva. Il killer conosciuto on-line era da poco uscito di prigione.

Jacqueline Vandagriff aveva 24 anni ed era una studentessa di Scienze della Nutrizione presso la Texas Woman’s University. La ragazza aveva conosciuto il 30enne Charles Dean Bryant on-line e si erano dati appuntamento in un bar.

Leggi anche: Sardegna, 32enne spacciava droga e bottarga


Poche ore dopo sono usciti dal locale e Jacqueline non è tornata più a casa. L’uomo dell’appuntamento era da poco uscito di prigione, ha smembrato la ragazza e le ha dato fuoco all’Acorn Woods Park.

Leggi anche: Belen Rodriguez e video hard: ebbi aborto per la vergogna


Alle ore 6.30 del 14 settembre i Vigili del Fuoco sono stati chiamati per spegnere l’incendio nel parco e l’immagine che si sono trovati davanti è stata terribile: il fuoco divampava sul corpo della ragazza che poco prima era stata smembrata. Ci sono voluti alcuni giorni prima che l’autopsia capisse che il corpo bruciato era quello di Jaqueline.


La Polizia è riuscita nel frattempo a vedere un video di sorveglianza del bar dove si vedeva la ragazza uscire dal bar con Charles, che è stato prontamente arrestato nella sua casa di Haslet e accusato di omicidio.

L'articolo prosegue subito dopo


Bryant, istruttore di fitness è accusato di omicidio e rimarrà in carcere in attesa del processo con una cauzione fissata a un milione di dollari. L’uomo aveva precedenti penali per spaccio di droga e il 9 settembre era uscito di prigione dopo essere stato denunciato da una donna per stalking.

Leggi anche

furto-fotografia
Esteri

Identificano i ladri grazie a una foto delle vacanze

Una coppia di rientro da un soggiorno in Thailandia scopre l'identità di chi li aveva truffati grazie ad una fotografia I turisti, oltre a godersi le vacanze, devono stare sempre attenti alle truffe. Molte volte i malviventi del luogo cercano di approfittarsi della spensieratezza di chi è in viaggio per trarne benefici. E' il caso di una coppia americana che, in Thailandia, credevano di aver perso un prezioso orologio. Scorrendo le fotografie della vacanza però hanno notato un dettaglio non indifferente: in uno degli scatti era stato colto in flagrante il ladro. La donna infatti era stata adescata da un Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*