Thailandia: film ispirato a Macbeth vietato

Esteri

Thailandia: film ispirato a Macbeth vietato

“Shakesperare must die”, l’ultimo lavoro del egista thailandese Ing Kanjanavanit, non potrà essere proiettato. Lo ha sancito ieri l’ufficio di censura del Ministero della Cultura, che ha decretato il divieto di distribuire il lungometraggio all’interno del Regno, poiché contenente materiale in grado di seminare discordia e un sentimento anti-monarchico fra la gente.

La decisione è stata resa nota dal dipartimento film e video dello stesso Ministero.

“Shakesperare must die”, adattamento dalla più breve fra le tragedie di William Shalkespeare, è ambientato in un Paese fittizio e racconta di un generale scozzese avido di potere che, come il Macbeth shakespeariano, arriva al trono seminando omicidi e a spese del potere costituito.

Per i censori, quindi, è apparso palese il riferimento all’attuale situazione politica, che vede l’ottantaquattrenne re Bhumibol godere di uno status semi-divino e, nonostante la presenza delle leggi di lesa maestà più severe del mondo, timoroso di una cospirazione anti-monarchica, da parte dell’ex premier Thaksin Shinawatra, deposto nel 2006 da un golpe.

La realizzazione del film, tuttavia, era stata finanziata dallo stesso Ministero della Cultura, tant’è che Ing Kanjanavanit ha dichiarato di essere rimasto sorpreso per la decisione dei censori i quali, peraltro, gli hanno addirittura chiesto se volesse “cambiare l’attuale sistema politico”.

Marìka Nesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...