The falling body: la foto inspiegabile del cadavere appeso al soffitto
The falling body: la foto inspiegabile del cadavere appeso al soffitto
Viaggi

The falling body: la foto inspiegabile del cadavere appeso al soffitto

La famiglia Cooper
The falling body, la foto misteriosa col cadavere appeso.

The falling body, il mistero della foto della famigliola con dietro un cadavere appeso al soffitto. Ma lo scatto, come altri, sarebbe frutto di ritocchi tecnologici, come Photoshop.

Il caso

Viene giù dal soffitto

Avete mai sentito parlare della foto intitolata “The falling body” (“Il corpo cadente”)? E’ una foto davvero inquietante, in cui, se da una parte si vedono una donna di una certa età ed una giovane, sua figlia, sorridere sedute davanti ad una tavola apparecchiata per il caffè con in braccio i due bambini della ragazza, dall’altra, alla sinistra dell’anziana, compare un cadavere (o un fantasma scuro ?) appeso al soffitto, che non c’era prima che le due donne – e solo loro – fossero in grado di vedere la foto sviluppata. C’è chi parla di un trucco fotografico, di Photoshop, ma non è stato mai possibile effettuare delle verifiche. E’ così che nacque la leggenda del “The falling body” o “il cadavere dei Cooper”, la famiglia che abitava in quella casa. Tutto iniziò negli Anni ’50 – ma c’è chi dice nell’Ottocento -, quando essi, una coppia con due figli, contadini di Odessa, in Texas, decisero di lasciare la città e di trasferirsi nella casa dove venne scattata la foto.

La loro situazione economica era piuttosto agiata, dato che i loro avi avevano fatto fortuna come pionieri cercatori d’oro. Decisero di inaugurare la nuova casa con una festa e di fare una foto una volta che questa terminò: sviluppata l’immagine, come già detto, madre e figlia avevano notato che era comparso inspiegabilmente “The falling body”, conferendo un’aura sinistra all’idilliaco quadretto familiare. Non ci sono molte notizie in più su questa foto e, come già detto, qualcuno la reputa un falso.

Gli indizi sulla non autenticità della foto

L’immagine della sagoma nera appesa al soffitto, non sarebbe autentica, perché agli angoli vi sono delle parti più scure, realizzate con una tecnica detta vignettatura: si ottiene attraverso la macchina fotografica oppure con software come Photoshop o Gim, per rendere più “vera” l’immagine stessa. Vista la sua precisione e la sua simmetria, è possibile che non sia esito di uno scatto, bensì di un effetto grafico prodotto dal computer.

Inoltre “the falling body” getta ombra sulla destra, mentre se ci fosse davvero, la farebbe a sinistra – si notino le braccia -.

Sulla tavola c’è un candelabro la cui prima candela a sinistra ha delle macchine non presenti sulle altre due, che si trovano vicino al presunto cadavere: pertanto potrebbe trattarsi non di un inquietante mistero insoluto, ma di una banale sovrapposizione di immagini, che sarebbe stata fatta da qualcuno pochi anni fa, nel 2013. Ormai non dovrebbe più essere un mistero, perché lo hanno già svelato tanti internauti, tuttavia questa storia continua ad affascinare gli amanti del brivido che la prendono per vera, anche perché nessun membro della famiglia Cooper ha mai fatto commenti per smentirla.

Altre foto misteriose

Altra foto misteriosa

On-line sono comparse altre foto tuttora misteriose, che però potrebbero essere state ritoccate tecnologicamente; foto come quella di una bambina inglese seduta un prato con in mano un mazzo di fiori, dietro alla quale compare chissà come un uomo vestito da astronauta. L’immagine era stata scattata il 23 maggio 1964 dal padre della piccola, Jim Templeton, e poi chiamata “Il Solway Firth Spaceman”, proprio in riferimento a quella strana figura.

La Kodak ha persino offerto una ricompensa per svelare il mistero, ma nessuno ne è mai venuto a capo.

Un’altra foto inspiegabile è quella dello squadrone della Royal Air Force britannica nel 1919: alle spalle di uno degli uomini in ultima fila si vedrebbe l’immagine del meccanico Freddy Jackson, deceduto durante il lavoro due giorni prima. La diffusione dello scatto avvenne nel 1975 da parte di un certo Sir Victor Goddard, appassionato di paranormale, che lo portò a dimostrazione dell’esistenza dei fantasmi. In realtà avrebbe solo ritoccato l’immagine. Esempi di foto questo tipo di fotografie potrebbero continuare.

Il fantasma

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Guida a sinistra
Viaggi

Come si guida a Londra

di Notizie

Nel Regno Unito e nei paesi del Commonwelth si guida a sinistra. Ecco le origini della guida a sinistra e alcuni consigli per guidare “contromano”.