Thyssenkrupp: pene ridotte. Parenti protestano COMMENTA  

Thyssenkrupp: pene ridotte. Parenti protestano COMMENTA  

Torino – La Corte d’Appello decide la riduzione delle pene per i sei imputati del processo Thyssekrupp. I parenti delle vittime, in attesa al pianterreno del Palazzo di Giustizia protestano urlando: “E’ uno schifo”.

Per l’amministratore delegato Harald Espenhahn la pena è stata ridotta da dieci a nove anni e otto mesi mentre per gli altri imputati la riduzione ha ridotto le pene tra i sette anni e sei mesi e i sei anni e otto mesi. Si tratta dei manager Gerald Priegnitz Marco Pucci, il direttore di stabilmento Raffaele Salerno, il responsabile della sicurezza Cosimo Cafueri e il responsabile degli investimenti Daniele Moroni.


Se da un lato i famigliari delle vittime hanno protestato per la riduzione, d’altra parte gli avvocati della difesa così si lamentano, dopo la sentenza di oggi del processo di Torino: “Ci aspettavamo una riduzione della pena più consistente.

Purtroppo invece è quasi impercettibile. E questo ci lascia insoddisfatti”.

 

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Thyssenkrupp: pene ridotte. Parenti protestano | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*