Tintura per capelli non va fatta di frequente, provoca il cancro al seno - Notizie.it

Tintura per capelli non va fatta di frequente, provoca il cancro al seno

Salute

Tintura per capelli non va fatta di frequente, provoca il cancro al seno

tintura
Tintura per capelli non va fatta di frequente, provoca il cancro al seno

La tintura per capelli non andrebbe fatta più di 6 volte l'anno e preferibilmente con prodotti naturali che riducano il rischio di danni, incluso il tumore.

Tintura per capelli dannosa? A quanto pare potrebbe portare a serie complicazioni per la salute di coloro che ne fanno un uso eccessivo, e quindi la cosa migliore sarebbe non eccedere nell’utilizzo che se ne fa. A dirlo è un esperto, ovvero il chirurgo senologo Kefah Mokbel del Princess Grace Hospital di Londra.

A quanto sembrerebbe, infatti, il medico avrebbe portato avanti alcune ricerche atte a capire quali sono le conseguenze per chi usa la tintura. Parliamo, ovviamente, di quella per capelli, e secondo i risultati portati alla luce da Mokbel, si evidenzia che le donne che si colorano i capelli corrono il 14% di pericolo in più di cancro mammario.

Tali dati sono stati riportati e diffusi dal Daily Mail online e, a quanto affermato dall’esperto chirurgo senologo, non c’è molto da stare tranquilli, infatti: “anche se sono necessari approfondimenti, i nostri risultati suggeriscono che l’esposizione alle tinte per capelli può contribuire al cancro del seno.

Meglio optare per coloranti naturali e sottoporsi sempre a screening preventivi dall’età di 40 anni in su.”.

tintura

La tintura per capelli, fa male?

Le tinture per capelli più dannose sono quelle permanenti, cioè le più utilizzate da chi ha necessità di coprire i capelli bianchi. In commercio, e per chi ne fa uso non sarà di certo una novità, si trovano diversi tipi di tinture oltre a quelle permanenti, e parliamo cioè di tinture temporanee, tinture semi-permanenti.

Tintura per capelli temporanea, dura un solo shampoo. La tintura temporanea hanno breve durata, possono essere rimosse con un solo shampoo e sono poco dannose. Le tinture temporanee si sfruttano per dare ai capelli tonalità più scura o più chiara, non riescono a cambiare completamente un colore. Chi ha pochi capelli bianchi, per esempio, può attutire il problema sfruttando queste tinte temporanee.

Le tinture temporanee sono realizzati con coloranti simili a quelli sfruttati dall’industria tessile, danneggiano poco il capello perché hanno un tempo di permanenza breve e solo raramente causano allergie.

Tintura per capelli semi-permanente, dura dai 6 ai 10 shampoo.

La tintura semipermanente ha una durata che va dai 6 ai 10 lavaggi. Nel mondo delle acconciature sono usate per modificare, leggermente, il colore naturale dei capelli. Servono per modificare il colore dei capelli di una o due tonalità. Anche in questo caso possono essere utili nelle persone con pochi capelli bianchi da coprire (meno del 30%).

Le tinture semipermanenti possono essere poco dannose e ciò dipende dall’origine. In commercio si trovano tinture per capelli a base di composti chimici o tinte di origine vegetale. Anche l’henné è un colorante semipermanente.

Tinture permanenti: dannose per i capelli. La tintura permanente è dannosa per il fusto del capello, cioè per la parte più interna del capello. Le tinture permanenti sono usate per coprire i capelli bianchi o per modificare, in modo radicale, il colore naturale dei capelli.

Mediante un processo di ossidazione, riescono a tingere il capello in modo duraturo: il colore non verrà mai rimosso dallo shampoo e l’utente dovrà provvedere solo alla cosiddetta “ricrescita“.

Non esistono tinture permanenti che non fanno male perché tutte contengono parafenilendiamina o suoi derivati, una sostanza che può causare dermatiti, ipersensibilizzare la cute del capello e innescare allergie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche