Toccata e fuga! Storie di tradimenti COMMENTA  

Toccata e fuga! Storie di tradimenti COMMENTA  

1 / 3
1 / 3
  • downloadfile-6
  • downloadfile-5
  • downloadfile-4

Toccata e fuga, lo spettacolo irriverente e comico andato in scena al Teatro Trastevere in Roma è stato un grande successo di pubblico! La commedia ha fatto il tutto esaurito, in quasi ogni serata presente al Teatro Trastevere, con una platea divertita e trascinata dai cinque attori che rappresentavano storie di tradimenti tra amici e coniugi vari.

Leggi anche: Eleonora Cortini: una Professoressa della tv


Sono Bruno e Giorgio i due amici, entrambi sposati a tradire rispettivamente le proprie mogli. Giorgio presta il suo appartamento a Bruno per trascorrere un pomeriggio a settimana con la sua amante Linda, una tipetta tutta curve, e poco cervello! Bruno però è ignaro che mentre lui passa il tempo con la sua amante, Giorgio contemporaneamente se la spassa con sua moglie Ilaria, mogliettina tutta casa e chiesa in realtà molto annoiata dalla routine quotidiana! A scomporre tutti gli equilibri che sembrano scorrere lisci dei vari tradimenti arriverà Jessica, moglie di Giorgio, in ritorno anticipato da un viaggio di lavoro! Partiranno una serie di disavventure e scene comiche ricche di equivoci che metteranno in luce se pur in una chiave sarcastica e divertente tanti aspetti reali dei tradimenti in genere nelle relazioni di coppia.

Leggi anche: Contratti fissi: nel 2015 il 60% con gli incentivi pubblici


Tanto ancora da scoprire in questa divertente commedia che visto l’ enorme successo, promettono gli attori a fine spettacolo verrà presto riproposta.

Gli attori della compagnia Toccata e Fuga sono rispettivamente: Giorgia Mareri, Valeria Moccia, Viviana Cannini,  Andrea Batti, Pietro Morachioli.


 

 

Leggi anche

canone-rai-2017
News

Canone Rai: come fare dichiarazioni per non pagare nel 2017

C’è chi non possiede un televisore in casa e ovviamente non vuole pagare il canone nel 2017, per cui sta pensando di preparare una dichiarazione. Per evitare l’addebito sulla bolletta di gennaio, si può o inviarla online entro fine dicembre o entro il 20 se la si invia per raccomandata. Esonerato anche chi non rispetta tali scadenze e dovrà chiedere di ottenere il rimborso della prima rata. Il modello della dichiarazione dove essere ripresentato ogni anno, perché ognuno ha validità annuale. Lo si può trovare dall’anno scorso sui siti internet dell'Agenzia delle entrate e della Rai. Coloro che sono già registrati Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*