Tom Clancy’s The Division: trucchi e recensioni

Videogiochi

Tom Clancy’s The Division: trucchi e recensioni

Tom Clancy's The Division Trucchi e recensioni
Tom Clancy's The Division Trucchi e recensioni

Tom Clancy’s The Division è un videogioco action RPG ambientato in un open world urbano post-apocalittico. Ecco una recensione e qualche trucco

Tom Clancy’s The Division ha festeggiato l’8 marzo il primo anniversario. Questa opera videoludica della Massive Entertainment, attesissima prima del lancio, è stata -in media- apprezzata dagli utenti e dalla critica. Il gioco, un MMO, si regge su una trama oggettivamente avvincente. La storia infatti è basata su un romanzo di Tom Clancy, uno dei celebri fondatori del genere letterario techno-thriller. Contribuisce anche un gameplay incredibilmente realistico con una cura dei dettagli veramente interessante.

L’ambientazione consiste in una New York di un futuro non troppo lontano devastata dal caos, dalla criminalità e da un misterioso virus. Il protagonista fa parte della divisione militare (“the division” appunto) che ha il compito di riportare l’ordine in questa “Grande Mela marcita”. Il gioco ricalca tutte le caratteristiche della narrativa di Clancy, dalla sofisticata e quasi maniacale cura per i dettagli scientifico-tecnici, alla suspense tipica dei thriller militari-polizieschi.

Come sbloccare i livelli e altri trucchi

Essendo un gioco prevalentemente costruito per l’utilizzo online la prerogativa è acquisire più punti esperienza possibili per salire di livello, in modo da superare gli altri giocatori e, eventualmente, riuscire a uccidere i loro personaggi ove si renda necessario.

Una parte fondamentale del gioco in termini di acquisizione di punti esperienza è la Dark Zone, un settore dell’open world adombrato dal mistero, presente al centro di Manhattan, pericoloso, tana di bande criminali ma pieno di oggetti necessari e punti chiave per risolvere le missioni. A livello di gioco la Dark Zone non è altro che una PvP Zone. Quindi una zona deputata allo scontro con altri giocatori online. E’ dunque necessario cooperare con altri videogiocatori per sperare nella riuscita delle missioni ed è assolutamente sconsigliabile entrare in solitaria, sareste solo una succosa preda per altri team.

La potenzialità maggiore della Dark Zone consiste nel reperire oggetti rari, facilmente riconoscibili grazie a una scala cromatica che distingue quelli più comuni dai pezzi unici. Una volta trovato l’oggetto sarà necessario riuscire ad uscire dalla zona nera senza venire uccisi. In questo caso non solo perdere tutta la vostra refurtiva ma, alla peggio, anche alcuni livelli.

Ottenere gli oggetti nella Dark Zone è un modo efficace per livellare velocemente, ma non è l’unico. Un consiglio: non dimenticate le missioni secondarie, che sono dei veri e propri livelli nascosti e permettono di salire di livello facilmente. Inoltre il gioco vi lascia la possibilità di scegliere che tipo di agente della divisione essere. Potete dare una mano alla popolazione (NPC innocui che chiedono acqua e cibo) o negargli qualsiasi aiuto. Nel caso in cui deciderete di diventare un giocatore altruista, anche il sistema di gioco lo sarà con voi e in certi casi gli NPC aiutati potrebbero cedervi items interessanti, oltre che abbondanti punti esperienza. Ultimo espediente per ottenere più punti esperienza: giocare alla modalitàdifficile“.

Prezzi e recensione

Al lancio il prezzo di uscita della versione Standard per PlayStation 4 e Xbox One era di 69,99 euro, per PC invece era di 59,99 euro. A più di un anno dall’uscita il gioco è disponibile anche a meno della metà del prezzo. L’abbassamento di prezzo, oltre che essere sintomatico del mercato videoludico attuale, è causato anche da un’accoglienza non del tutto positiva. Non mancano infatti i problemi.

La grafica è stata criticata, alcuni giocatori sono rimasti delusi, ma non possiamo negare che sia buona. Le texture sono ottime, ma il vero punto di forza è il realismo e la verosimiglianza della resa di luci e ombre. Grazie a questa cura per le luci gli oggetti acquistano volume, dinamicità, realismo. La distruttibilità dell’ambiente, seppur limitata, è verosimile. L’interazione con gli oggetti è dettagliata e soddisfacente. Infine la ricostruzione della New York post-apocalittica è davvero ben riuscita, curata in ogni minimo particolare. Esplorarla sarà per il giocatore un’esperienza affascinante.

Veniamo ai difetti: la customizzazione del personaggio è troppo limitata per un gioco online, in cui ogni giocatore vuole essere differente dagli altri. Le scene animate che inframezzano il gioco, inoltre, sono caratterizzate da una regia scomoda, troppo mossa, che alla lunga risulta fastidiosa. Un bug segnalato da molti giocatori all’uscita è la mancata renderizzazione di alcune texture del suolo. Questo problema grafico purtroppo interferisce con la giocabilità, rendendo inattraversabili e non calpestabili alcune parti della mappa. Infine l’interfaccia di gioco è inutilmente complicata, anche se teoricamente ricalca alla perfezione la passione per il dettaglio tecnico tipico del genere techno-thriller di Clancy.

Comprare il gioco online

Reperire il gioco online è davvero facile. Consigliamo Amazon naturalmente, oltre che Ebay o altri siti con cui entrare in contatto con rivenditori privati. Sul portale di GameStop potete acquistarlo online (versione per Ps4 e Xbox One) al prezzo di 31 euro, la metà rispetto al prezzo di lancio.

Usato o nuovo?

Prenderlo usato è di sicuro la scelta migliore. The Division è un ottimo gioco ma non eccezionale. Acquistarlo ora vi permetterà di godere di questo buon prodotto videoludico senza spendere troppo. I difetti di The Division non sono molti, abbiamo già parlato della grafica non eccellente e di alcuni fastidiosi bug. Il punto dolente in realtà è però la mancanza di innovazione offerta da questo gioco. Infatti si sente molto la parentela stretta con altri titoli celebri come Destiny o Borderlands. Nel complesso risulta non troppo dissimile da altri spara-tutto in circolazione. Però se lo trovate rivenduto ad un buon prezzo non potete farne a meno.

Quali console supporta

Tom Clancy’s The Division è in vendita per PlayStation 4, Xbox One e PC. Proprio l’uscita per PC lo rende un prodotto con un valore aggiunto,. Infatti il gioco da cui prende maggiormente ispirazione, Destiny, è stato rilasciato solo per Playstation e Xbox, lasciando a bocca asciutta i videogiocatori che utilizzano computer da gaming. Se vi siete persi Destiny allora non lasciatevi scappare questo gioiellino Ubisoft.

Immergetevi anche voi nell’open world di uno degli RPG più belli degli ultimi anni giocando online con tutto il mondo, utilizzando tantissime armi differenti e uccidendo i vostri nemici. Non vi deluderà!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche