La top 10 dei paesi più felici al mondo

Viaggi

La top 10 dei paesi più felici al mondo

paesi

Paesi dove si vive felici ci sono ma al contrario di quello che pensiamo non sono paesi caldi. Quindi se vogliamo vivere felici valigia con abiti pesanti.

Paesi felici nel mondo

Un team di ricercatori ha esaminato più di 150 Paesi al Mondo negli anni dal 2014 al 2016. Tutto questo per uno studio sulla felicità nel mondo. I criteri usati sono stati: speranza di vita, livello di corruzione percepita, senso di libertà e generosità. I paesi scandinavi o alpini sono noti per la qualità della vita più elevata. I paesi mediterranei invece avendo grossi problemi economici si trovano lontano dal podio. L’Italia è 48esima, la Spagna 34esima questi alcuni esempi. Quindi se siete stanchi della solita vita, scontenti del vostro lavoro preparate la valigia. Prima di partire però bisogna ricordarsi che per essere felici occorre esercitarsi ad essere felici. Tra i parametri della classifica è necessaria la capacità di divertirsi e la generosità.

Ecco i 10 luoghi più felici

I luoghi più felici sono quelli che hanno un sano equilibrio tra prosperità e capitale sociale. Questo significa un alto grado di fiducia nella società e nel governo ed una bassa disuguaglianza.

Bisognerebbe seguire l’esempio degli Emirati Arabi che hanno nominato un Ministro della felicità. Se dovessimo eleggerlo in Italia chi potrebbe ricoprire questa carica? Bisogna vedere a quanto ammonta lo stipendio! Bah intanto vediamo i luoghi più felici oggi e proviamo a capire dove ci piacerebbe trasferirci.

Svizzera

E’ un paese con alti valori di stile di vita. E’ facile trovare lavoro, la popolazione media è ricca e vivono a lungo. Superano gli 82 anni di vita.

paesi

Norvegia

In questo stato c’è un livello di disoccupazione bassissimo. Vengono pagati bene ed il loro stile di vita è elevato. Molto alta è l’attenzione nei confronti dell’ambiente.

paesi

Canada

Anche in questo paese c’è un buon livello di occupazione ed un buon tenore di vita. Molto forte anche per loro il senso di unione della comunità.

paesi

Danimarca

Il governo danese come negli altri paesi scandinavi gioca un ruolo fondamentale nella vita dei cittadini. Sono invidiati in tutta Europa per il welfare che riescono a mantenere.

Ogni cittadino riesce a dedicare 16 ore alla settimana ad attività ricreative. In questo modo riescono a mantenere un ottimo rapporto tra lavoro e vita privata.

paesi

Austria

Livello di disoccupazione più basso d’Europa. La popolazione afferma di sentirsi felice e protetta dallo Stato. Un ottima qualità di vita.

paesi

Islanda

Il livello di occupazione è ottimo in questo paese. Ma oltre a quello hanno una forte rete sociale. Questo permette loro di avere un supporto reciproco tra le persone della stessa comunità. Le comunità sono molto unite e lo dichiara il 96% della popolazione.

paesi

Australia

E’ una delle nazioni che ha risentito meno della recessione economica. I cittadini lavorano più ore rispetto a quelli di altri stati ma sono molto soddisfatti. Hanno vantaggiose condizioni finanziarie, sono ben retribuiti e soddisfatti delle loro mansioni lavorative.

paesi

Finlandia

Questo paese ha uno dei sistemi educativi migliori al mondo. Studiare qui è gratis. Le università sono a numero chiuso ma se riesci ad entrare hai servizi impressionanti.

Ti passano uno stipendio di 500 euro, un alloggio scontato e sconti in tanti altri servizi.

paesi

Messico

Negli ultimi anni questo stato ha avuto un notevole incremento economico. Per questo lo stile di vita dei cittadini è migliorato. Però ha due problemi non indifferenti: l’inquinamento e la sicurezza. Per questi due motivi si è classificato così in basso.

paesi

Olanda

I cittadini godono di una confortevole stabilità finanziaria. Riescono a trovare parecchio tempo per le attività ricreative.

paesi

Paesi meno felici

In fondo alla classifica troviamo i paesi dove la felicità non è di casa. Siria, Tanzania, Burundi sono i paesi poveri del continente Nero oppure paesi che hanno visto guerre civili devastanti. In Siria la guerra è ancora in corso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche