Topinambur: proprietà e ricette per la salute COMMENTA  

Topinambur: proprietà e ricette per la salute COMMENTA  

topinambur

Il topinambur è un tubero originario dell’America del Nord. Sono molte le sue proprietà, anche se spesso non si conoscono. Quali sono le ricette più adatte?

Il topinambur è un tubero prodotto da una pianta perenne originaria dell’America del nord. Coltivato dagli indiani d’America, fu poi importato in Europa, dove si diffuse rapidamente e diventò una pianta infestante. Questo tubero si presenta come una patata molto bitorzoluta, dal colore bianco o violaceo e dalla forma irregolare. In Europa ha assunto molti nomi: tartufo di canna, girasole del Canada, carciofo di Gerusalemme, pera di terra e molti altri.


Quali sono le proprietà di questo particolare tubero? A differenza delle patate che contengono amido, il topinambur ne è privo, mentre è ricco di inulina, un polisaccaride metabolizzato in modo diverso rispetto agli altri zuccheri. Per sintetizzarlo, il nostro organismo può fare a meno dell’azione del pancreas e questo rende il topinambur un alimento perfetto per diabetici e obesi. Infatti chi vuole perdere peso può mangiarne in gran quantità. Questo tubero riattiva l’intestino pigro e abbassa i livelli di assorbimento di grassi e zuccheri da parte dell’intestino. L’inulina che contiene riesce inoltre a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e glicemia.

Le proprietà dell’insulina non finiscono qui. Questo polisaccaride è un ottimo nutrimento per i batteri che compongono la flora intestinale e stimola la crescita del bifidobatterio, che regola proprio l’intera flora. Previene anche la formazione di gas nell’intestino e favorisce la digestione. Le vitamine A e C, insieme ai sali minerali, magnesio, potassio, ferro e mucillagini sono un toccasana per chi soffre di stitichezza. Le vitamine A e B, insieme all’arginina, aiutano il fegato e accelerano la cicatrizzazione dei tessuti.

Di tutte queste proprietà possono giovare anche i celiaci, dato che i topinambur non contengono glutine. Inoltre, date le proprietà energetiche dell’alimento, è particolarmente adatto a bambini, anziani, a chi è sotto stress o è debilitato.


Quali ricette mantengono intatte le sue proprietà? Il tubero, essendo una pianta infestante, può essere facilmente coltivato anche sul balcone di casa. Per consumarlo e godere delle sue proprietà, il modo migliore è utilizzarlo crudo. Potete tagliarlo a fettine, unirlo all’insalata e condire con olio a crudo e qualche goccia di limone. Se si usa crudo, non c’è bisogno di sbucciarlo, basta solo spazzolarlo e levarlo bene. Se volete provarlo cotto, allora eliminare la scorza. Si presta a tutte le cotture, anche se quella al vapore mantiene intatti i benefici del tubero. Si può saltare in padella, farne un purea e condire con spezie a piacere, friggerlo o cuocerlo in forno come le patate.


Volete osare? Potete preparare anche un risotto o una zuppa accompagnata da cereali. In Piemonte è ritenuta uno degli alimenti più gustosi da intingere nella bagna cauda.

L'articolo prosegue subito dopo

Per conservarlo, è consigliato riporlo in frigorifero o in un luogo buio e fresco, dopo averlo avvolto in un sacchetto di carta.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*