Torcicollo: quanto dura e rimedi immediati

Salute

Torcicollo: quanto dura e rimedi immediati

Torcicollo muscolare o per deformazione ossea? A seconda delle casistiche i trattamenti sono diversi e la durata non deve eccedere le 48 ore

In genere, quando si parla di torcicollo si suole conferire questa denominazione ad una “deformità” dolorosa che colpisce il rachide cervicale: più che di patologia, si parla di disturbo caratterizzato da un’anomala posizione assunta dal capo dopo una rotazione violenta del collo. Il torcicollo cagiona la rigidità muscolare, la brachialgia e l’impossibilità di muovere o roteare il collo con la conseguenza di avvertire il dolore a tutta la zona. Il torcicollo muscolare, conseguenza di traumi violenti, postura scorretta, artrite o ogni altra violenta rotazione del collo deve essere curato con trattamenti terapeutici o intervento chirurgico. Oltre alla forma più diffusa del torcicollo muscolare, esiste anche una variante congenita del torcicollo, dipendente da malformazioni ossee delle vertebre cervicali; in questo caso, si può intervenire solo con l’intervento e trattamento chirurgico.

Per quanto concerne la durata, a meno che non si tratti di malformazione ossea, il che significa che il torcicollo è permanente, negli altri casi il torcicollo ha una durata di 48 ore, in casi estremi 7 giorni, non di più.

Per curare il torcicollo muscolare occorre praticare corsi di rilassamento come lo yoga, il pilates, i massaggi fisioterapici; inoltre, si consiglia di riposare su un materasso adeguato poggiando la testa su un cuscino ortopedico specifico per alleviare il dolore. Una buona prassi è quella di assumere la giusta postura corretta dinanzi allo schermo del computer e tenere una posizione adeguata durante le ore di lavoro in ufficio.

Per combattere il torcicollo è necessario assumere yoghurt e fermenti lattici vivi o un probiotico; assumere antibiotici su consiglio del vostro medico curante dato che l’infiammazione muscolare può derivare da un’infezione. Si raccomanda di seguire una dieta sana, ricca di frutta, verdura e povera di lipidi e zuccheri complessi; si consiglia l’applicazione di creme ad uso topico, unguenti, preparati e composti con proprietà rubefacenti come la canfora, il peperoncino, l’arnica e le tisane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche