Torino: attenzione ai venditori porta a porta

Torino

Torino: attenzione ai venditori porta a porta

In Italia non c’è lavoro e quello che di recente va per la maggiore è il porta a porta d’assalto. Stiamo parlando di quei ragazzi, molto spesso troppo giovani, che bussano a casa vostra per proporvi un nuovo contatto: luce, gas o telefono. Questi operatori sono spesso molto insistenti e possono presentarsi più volte nella stessa settimana. La colpa non è ovviamente dei ragazzi, che nella maggior parte dei casi vogliono solo lavorare, ma è delle aziende di servizi che li obbligano a non guardare in faccia a nessuno. Infatti per queste aziende non ha importanza se ad aprire la porta sia un bambino o un’anziano, l’unica cosa che conta per loro e che si piazzino più contratti possibili. Questo modo di lavorare ha inevitabilmente aperto negli ultimi tempi la strada anche ai malintenzionati, che una volta entrati nelle abitazioni allontanano l’anziano con una scusa per rubare tutto quello che trovano.

Quindi non aprite quando vi suonano alla porta, un’azienda seria non propone in questo modo un nuovo contratto, vantaggioso o meno che sia.

Alessandro Riolo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche