Torino-Crotone: le probabili formazioni COMMENTA  

Torino-Crotone: le probabili formazioni COMMENTA  

Lo scatto è stato effettuato ma ora il Toro non deve più rialzarsi: mani sul manubrio, rapportone e via in discesa. Il gergo ciclistico si attaglia alla perfezione a fotografare la situazione dei granata che mai come ora sentono vicino il ritorno in Serie A. Cinque punti di vantaggio a sette giornate dalla fine sono un buon margine ma comunque non ancora sufficiente a cantar vittoria: lo consiglia il calendario e la storia del club che già in passato (leggi stagione 1997-’98) vanificò tutto a poche giornate dalla fine. La prima delle sette fatiche si chiama Crotone, imbattuto da undici gare.

Leggi anche: Bologna – Napoli, streaming gratis Serie A 6 dicembre 2015


Torino: il calendario non dà tregua ai granata che tre giorni dopo la mezza fatica contro la Reggina tornano in campo contro un’altra squadra calabrese. La domanda è: l’undici di Drago sarà più agguerrito rispetto agli amaranto? Ventura non si cura di tutto ciò ed invita i suoi a spingere a tavoletta. Mercoledì si tornerà in campo a Livorno contro una squadra disperata, non così sarà il Crotone che però, sospinto anche dai precedenti (due ko su cinque confronti a Torino, l’ultimo nel 2005, con la storica vittoria di due stagioni fa), potrebbe mettere in difficoltà i granata tanto in mezzo al campo che davanti con la mancanza di punti di riferimento in attacco voluta da Drago. Tante le assenze per Ventura: fuori Di Cesare, De Feudis, Surraco e pure Stevanovic per questo ci saranno novità di formazione. Nel 4-2-4 di ritorno sicuro il debutto da titolare di Pasquato mentre a destra è ballottaggio tra Guberti e Danilo D’Ambrosio. Indisponibili: F. Coppola, Di Cesare, S. Masiello, De Feudis, Stevanovic, Suciu. Squalificati: nessuno.

Leggi anche: Atalanta – Palermo, streaming gratis Serie A 6 dicembre 2015


Crotone: una sola sconfitta su undici partite della gestione-Drago, con l’assistenza di Beppe Galluzzo. Numeri da favola, alla faccia del traghettatore. L’allenatore-tifoso ha ormai quasi tirato fuori dai guai la squadra in una stagione partita tra mille ed un dubbio per ragioni societarie ma molto del merito va anche al ds Ursino che ha pescato nuovi talenti. Su tutti Florenzi, prossimo al ritorno in pompa magna alla Roma: c’è però ancora da fare qualche punto per la tranquillità e di certo all’Olimpico il Crotone non partirà battuto forte di uno stato di grazia psicologico e fisico. Ma il calendario non è stato generoso: in vista della partita di martedì contro il Cittadella, che potrebbe chiudere o quasi la pratica-salvezza, Drago potrebbe decidere di far riposare lo stesso Florenzi e Nicola Sansone, appena tornati dall’Under 21. Assenze che si uniscono a quella dell’ex Gabionetta, ancora squalificato. Tornano però dalle squalifiche Abruzzese al posto di Tedeschi al centro della difesa e Eramo che comporrà il reparto centrale con Galardo e Maiello. Davanti dovranno pensarci Calil, Simone Pettinari e De Giorgio per il solito, imprevedibile tridente. Ciano non convocato dopo l’improvvisa morte del padre. Indisponibili: Ligi, Migliore, Tedeschi, C. Ciano. Squalificati: Gabionetta.


Probabili formazioni. Torino: Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Dan. D’Ambrosio, Basha, Iori, Pasquato; R. Bianchi, Antenucci. Crotone: Belec; Correia, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Eramo, Maiello, Galardo; S. Pettinari, De Giorgio; Calil.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Il presidente del Coni Giovanni Malagò
Sport

Calcio. Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln

Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln   Ammonta a 4,5 milioni di euro il taglio che il CONI ha deciso per contributi annuali alla Figc. Da 37,5 mln, si passa a 33 per l'anno 2017. E' quanto si é appreso al termine della riunione sui contributi che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha tenuto oggi con i presidenti federali. Su 44 federazioni coinvolte, l'unica a presentare segno meno è proprio la Figc. Per altre 13 contributi invariati, mentre 30 ottengono un aumento. Tra queste, le più premiate sono quelle che hanno portato maggiori risultati a livello olimpico: nuoto, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*