Torino-Reggina: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Torino-Reggina: precedenti e probabili formazioni COMMENTA  

Mettendo da parte i banali ed inopportuni riferimenti alla resurrezione, il Torino torna in campo nel turno pre-pasquale alla caccia di risposte. Ma soprattutto di continuità: perché se nelle teste di Ventura e dei giocatori ha fatto capolino da tempo la tabella di marcia ideale per la promozione, quei quindici-sedici punti ancora necessari per evitare i playoff vanno fatti al più presto, prima almeno che si insinuino inquietanti dubbi sulla solidità temperamentale del gruppo. A cominciare dal delicato confronto contro la Reggina.

Leggi anche: Serie B, tutti i risultati della 3a giornata di campionato


Torino: ad Empoli si è visto il lato peggiore dei granata. Perché se la sconfitta contro il Verona era stata frutto di una chiara inferiorità tattica, al Castellani la squadra di Ventura è scesa in campo con un pizzico di presunzione, pensando inconsciamente che il gol sarebbe prima o poi arrivato. Peccato capitale per una squadra che, Gubbio a parte, crea ma non finalizza. Ora però è il tempo di ritrovare il filo del discorso ed ecco arrivare due severi test casalinghi: dopo la Reggina il Sassuolo ma prima c’è da pensare alla scorbutica squadra dell’ex Gregucci (squalificato e sostituito in panchina dal collaboratore tecnico Giuseppe Ton). Ventura, dopo aver abbondantemente strigliato i suoi, avrebbe voluto tornare al 4-3-3 ma l’assenza di Iori per squalifica rende difficilmente attuabile: spazio quindi al solito modulo con Vives e Basha in mezzo e Stevanovic e Guberti sulle fasce. Ancora panchina per Pasquato mentre Bianchi si riprenderà il posto da titolare al fianco di Antenucci. Assente Sgrigna. Indisponibili: F. Coppola, Chiosa, Pratali, S. Masiello, Suciu, Verdi, Sgrigna. Squalificati: Iori.

Leggi anche: Serie B, tutti i match della seconda giornata di campionato


Reggina: gli amaranto tornano in campo appena quattro giorni dopo il posticipo di lunedì contro il Brescia. Un dato da non sottovalutare ma evidentemente trascurato dalla Lega. Anche perché quella di lunedì è stata una sfida molto dispendiosa sul piano fisico, vista la lunga inferiorità numerica, e pure mentale. Ma alla fine un punticino è arrivato ed è proprio questo che tiene ancora a galla i (pochi) sogni di agganciare il sesto posto, ora lontano cinque punti. Sogno che per proseguire richiede necessariamente di tornare da Torino con un risultato positivo, anche per il morale. Perché contro il Brescia a convincere più del gioco è stato proprio il carattere e la voglia di non mollare, pur al cospetto di non poche assenze, che aumenteranno per la trasferta contro i granata, soprattutto in difesa dove mancherà Emerson, fermato per tre turni, ma recupera in extremis Freddi che comporrà la linea con Angella e Cosenza. Sulla destra D’Alessandro è preferito all’avvelenato ex Colombo mentre davanti è ballottaggio tra Ragusa (favorito) e Bonazzoli come partner di Bonazzoli. Ancora out Nicolas Viola. Indisponibili: Adejo, A. Marino, N. Viola. Squalificati: Emerson (3).

Precedenti. Sono dodici i precedenti tra Torino e Reggina, cinque dei quali in Serie A, e tutti concentrati tra il 1989 (2-0 in Serie B il 25 marzo 1990 con gol di Lentini e Sordo) e la scorsa stagione, quando il 18 aprile 2011 la sfida terminò sull’1-1 con la rete di Bianchi per il Toro che pareggiò allo scadere il vantaggio calabrese firmato da Domenico Danti, per quello che rimane tutt’ora l’unico centro in cadetteria dell’attuale attaccante della Ternana, a Vicenza nella prima parte di stagione. Il bilancio complessivo parla di sei vittorie del Toro, tre pareggi e due successi calabresi. Curioso notare come la più recente vittoria amaranto unisca nel proprio destino i nomi delle due attuali bandiere del Toro: Angelo Ogbonna, che esordì in Serie A proprio in quell’11 febbraio 2007, e Rolando Bianchi, che decise la sfida per la Reggina con una doppietta. La precedente vittoria dei calabresi è quella, dolcissima, che regalò la prima storica promozione in A, il 13 giugno 1999 (1-3), al cospetto di un Toro già promosso. L’ultimo successo granata è invece del 23 ottobre 2009: 2-0 con reti di Belingheri e proprio Rolando Bianchi. Un risultato che costò l’esonero a Walter Novellino, ex allenatore del Torino…

Probabili formazioni. Torino: Benussi; Darmian, Glik, Ogbonna, Parisi; Stevanovic, Basha, Vives, Guberti; R. Bianchi, Antenucci. Reggina: Belardi; Freddi, Cosenza, Angella; Mat. D’Alessandro, Rizzo, Armellino, Barillà, Rizzato; Bonazzoli, Ragusa.

Leggi anche

Golf: Hero World Challenge, European Tour
Sport

Golf: situazione PGA Tour ed European Tour dopo la prima settimana

Si è conclusa la prima settimana della nuova stagione golfistica con i due major al PGA ed European Tour. Giudizi tecnici, curiosità ed approfondimenti   La prima settimana della nuova stagione mondiale di golf si è conclusa ed ha messo in evidenza i grandi nomi che saranno protagonisti della nuova annata. Sul circuito European Tour ha mostrato la sua superiorità il sudafricano Stone, secondo l'altro sudafricano Sterne e sul gradino più basso del podio il belga Detry. Le 18 buche di Leopard Creek (uno dei parchi naturali più grandi al mondo) hanno avvantaggiato i giocatori sudafricani - i quali sono Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*