Torino, tragedia sfiorata: spara dodici colpi in strada COMMENTA  

Torino, tragedia sfiorata: spara dodici colpi in strada COMMENTA  

E’ davvero un miracolo che i colpi di pistola esplosi da Pietro Caputo, cinquantasette anni, dal balcone della sua abitazione nel quartiere Madonna di Campagna, non abbia ucciso o ferito qualche passante.

L’uomo ieri pomeriggio intorno alle 15 si è affacciato al balcone di via Terni 8 bis a Torino e ha scaricato i proiettili della Beretta che custodiva in casa.

I vicini hanno udito gli spari e, barricatisi in casa, hanno chiamato la polizia. Quando arrivano gli agenti, Pietro Caputo continua a sparare dalla fessura della tapparella, poi comincia una lunga trattativa, alla fine della quale l’uomo si arrende e scoppia in lacrime.

“Gestivo un club qui vicino, ma con la crisi non va più bene” confida disperato l’uomo, “non sapevo più come fare”.

Al loro ritorno a casa, la moglie e la figlia di Caputo apprendono l’accaduto, che per loro è assolutamente inspiegabile.

L'articolo prosegue subito dopo

La polizia ha arrestato l’uomo con l’accusa di tentato omicidio. Il suo gesto, dettato dalla disperazione, deriva dallo sconforto per il lavoro che non c’è e la crisi economica che miete ancora le sue innocenti vittime.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*