Torneo di Viareggio: vince ancora la Juventus

Calcio

Torneo di Viareggio: vince ancora la Juventus

La Juventus è ancora la signora di Viareggio. I bianconeri (foto: www.juventus.com) si sono infatti aggiudicati la 64^ edizione della Coppa Carnevale conquistando l’ottavo titolo complessivo e raggiungendo così in testa all’albo d’oro Fiorentina e Milan, sesto negli ultimi dieci anni letteralmente dominati e nei quali solo parzialmente l’Inter, con due vittorie, è riuscita a resistere. Cambiano gli allenatori e le generazioni, e soprattutto la gestione societaria, ma evidentemente la programmazione della Juventus rimane all’avanguardia nel settore: sconfitta per 2-1 la Roma, Campione d’Italia in carica ma ancora alle prese con la maledizione del Viareggio, dove non vince ormai dal lontano 1991 e dove aveva già perso l’atto conclusivo nel 2007 contro il Genoa. Nonostante la fitta pioggia e l’inevitabile stanchezza (per le finaliste si è trattato della quarta partita in sette giorni), l’atto conclusivo non ha smentito le attese regalando 90’ intensissimi tra le due migliori squadre del panorama Primavera e che sembrano destinate ad incrociarsi anche nei playoff.

La Roma paga a caro prezzo un primo tempo in cui la squadra non è letteralmente sceso in campo, giocato malissimo dal primo all’ultimo minuto: basti pensare alle modalità che hanno portato alla rete del vantaggio, siglata già al 6’ da Beltrame, che riceve un comodo assist da Spinazzola al termine di un’indisturbata quanto incredibile contropiede sugli sviluppi di un angolo romanista.

Il raddoppio porta la firma di Padovan al 22’, ancora su suggerimento di Spinazzola. La Juve avrebbe potuto segnare almeno altre tre reti ma Pigliacelli su Padovan e Barba con un salvataggio sulla linea su tiro di Spinazzola hanno evitato l’umiliazione prima dell’incredibile errore a porta vuota dello stesso Padovan allo scadere.

Nella ripresa però la partita cambia radicalmente volto: la Juve si siede troppo presto e la Roma, rientrata in campo con ben altro piglio, prova fin dai primi minuti l’assedio alla porta di Branescu. Saranno 45 minuti di pura sofferenza per i ragazzi di Baroni, che a tratti faticheranno anche ad uscire dalla propria metacampo: così al 14’ Piscitella riapre la partita con un bel destro a giro dal limite dell’area ed il pareggio potrebbe arrivare già due minuti dopo con Politano che sfiora il palo per poi, pochi minuti dopo, vedersi negare la gioia del gol da un salvataggio sulla linea di Rubin.

Ma quando riesce a distendersi la Juve sa anche fare male come dimostrato dalle due occasioni capitate a Spinazzola che fallisce il gol della tranquillità. Roma pericolosissima fino all’ultimo secondo ma il pallone non è voluto entrare. Per la rivincita, appuntamento forse a giugno.

Juventus-Roma 2-1

Marcatori: 6′ Beltrame; 22′ Padovan; 59′ Piscitella

Juventus: Branescu; Untersee, Gouano, Rubin, Belfasti; Appelt (60′ Schiavone), Chibsah; De Silvestro (70′ Bouy), Beltrame, Spinazzola; Padovan (88′ García). Gagliardini, Liviero, Magnusson, Corticchia, Emmanuello, Margiotta, Libertazzi). All.: M. Baroni.

Roma: Pigliacelli; Sabelli, Orchi, Barba, Nego; M. Ricci (46′ Frediani), Viviani, Verre; Politano (76′ Leonardi), Tallo, Piscitella. (Proietti Gaffi, Romagnoli, Rosato, Ceccarelli, Cittadino, F. Ricci, Lopez). All.: A. De Rossi.

Arbitro: Bergonzi (Genova)

Ammoniti: Orchi, Nego, Viviani, Sabelli e Schiavone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche