Totti-Roma, è divorzio: non sarà rinnovato il contratto COMMENTA  

Totti-Roma, è divorzio: non sarà rinnovato il contratto COMMENTA  

totti

I dirigenti della Roma hanno preso la decisione che i tifosi temevano: non sarà prolungato il contratto di Francesco Totti. A diffondere la notizia è stato il quotidiano Il Corriere dello Sport, che ha ribadito la volontà del numero uno giallorosso Pallotta, di non volere proseguire il rapporto con il capitano poichè ritiene ormai Totti un ex calciatore ancora in attività, non in grado di reggere più ad alti livelli.


Il nuovo progetto che intende costruire Pallotta si fonda su giovani campioni con prospettiva, e quindi dovrà fare a meno dello storico numero dieci. Una notizia che Totti non ha preso bene, chiedendo che la società diffonda un comunicato ufficiale per spiegare ai tifosi i motivi dell’addio, ma fino ad ora la società giallorossa non ha diramato nessun dispaccio in merito. Probabilmente Pallotta attenderà la fine della stagione ufficiale per informare i tifosi e la stampa del divorzio da Totti.


Da alcune indiscrezioni riportate dallo stesso quotidiano, emerge tutta l’amarezza di Francesco Totti che avrebbe confidato ad alcuni suoi amici che il suo rapporto con la Roma è ormai ai titoli di coda, invitandoli a non perdere le ultime gare casalinghe della squadra perchè saranno le sue ultime partite in giallorosso.


Fino a gennaio il capitano giallorosso era sicuro della permanenza forte del patto con il presidente Pallotta che gli aveva promesso un rinnovo fino a quando lo stesso giocatore avrebbe deciso di proseguire l’attività agonistica.

L'articolo prosegue subito dopo

Poi qualcosa si è rotto, Totti è stato relegato costantemente in panchina e ha calcato il terreno di gioco solo per pochi minuti. Oggi l’indiscrezione della rottura definitiva tra lo sbigottimento dei tifosi giallorossi, che adesso pretendono spiegazioni dalla società. Non si escludono anche proteste clamorose a difesa del proprio capitano nelle prossime gare interne della Roma.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*