Tour de France 2015, 20 tappa risultati e classifica - Notizie.it
Tour de France 2015, 20 tappa risultati e classifica
Sport

Tour de France 2015, 20 tappa risultati e classifica

La ventesima tappa del Tour de France 2015, con i suoi 110,5 km da Modane alla cima dell’Alpe d’Huez, ha incoronato in maglia gialla il britannico keniano Chris Froome del Team Sky.

Domani resta solo la sfilata sugli Champs Elysee, palcoscenico per velocisti. La gara in sè ha dato il suo verdetto.

Un verdetto scontato, viene da dire, sin dalla prima tappa sui Pirenei, dove Froome ha intimorito tutti gli avversari, mentre Nibali arrancava e gli altri si limitavano a cercare di tenergli la ruota.

Oggi la mitica salita dell’Alpe d’Huez non ha tradito le attese. Già nei primi metri accade qualcosa di importante, anche se è la sfortuna a fare da protagonista. Nibali buca la ruota posteriore e accumula subito una quarantina di secondi di ritardo. Vincenzo con la bici in mano, appiedato nel momento cruciale della tappa per un problema meccanico è un’istantanea significativa del tour del siciliano, minato da episodi sfortunati, cadute, guai vari e una forma che è arrivata solo alla fine.

Ci può stare, il ciclismo è fatto anche di queste cose.

L’unico appunto al tour di Nibali potrebbe riguardare proprio la tappa di oggi: dopo la foratura, Vincenzo ha deciso di salire con il suo passo, senza scattare per andare a riagganciare subito il gruppo della maglia gialla, dov’era presente anche Valverde, l’uomo al quale lascia il terzo posto e, quindi, il podio. Un errore, perché Nibali non aveva nulla da perdere. Avrebbe potuto provarci, dando tutto, rischiando anche di scoppiare, mentre, così facendo, si è presentato in cima alla salita con ancora nelle gambe la forza di scattare per precedere gli altri corridori saliti con lui.

Scelta saggia, da corridore navigato. Solo che, a volte, per vincere, qualche rischio bisogna per forza correrlo.

Davanti, intanto, Quintana prova subito ad allungare. Una volta, due, poi, al terzo tentativo, se ne va. Froome mantiene la sua cadenza, dimostrando tutta l’anti spettacolarità del suo modo di correre.

Il colombiano allunga, riesce a dilatare il suo vantaggio, mentre la maglia gialla tiene sotto controllo i tempi, ben sapendo che, salendo senza andare in totale crisi, è impossibile bruciare gli abbondanti due minuti e mezzo di vantaggio.

Al traguardo, infatti, Quintana rifila sì un minuto e mezzo a Froome, ma quest’ultimo mantiene ancora un largo vantaggio, che lo laurea campione di questa Grande Boucle.

Vittoria meritata, soprattutto, a questo punto, per l’intelligenza tattica dimostrata: piccoli gesti che hanno annichilito gli avversari, facendo loro credere nell’inattacabilità della maglia gialla, quando, invece, le cose non stavano così.

Fra ieri e oggi, Quintana ha recuperato due minuti, un’eternità. Un’altra tappa indovinata, o al massimo due, e il primato di Froome si sarebbe forse disintegrato.

Anche qui, vale quanto detto per Nibali: il ciclismo è fatto anche di queste cose. Froome si gode la sua vittoria, Quintana farà tesoro di alcuni errori.

Per quanto riguarda la tappa, la vittoria va al francese Thibaut Pinot, che dimostra tutta la sua classe cristallina andandosi a prendere un traguardo prestigiosissimo, che cancella il ricordo di un tour sfortunato, andato male fin dal primo metro.

Questo l’ordine di arrivo sull’Alpe d’Huez:
1.

Thibaut Pinot (Fra, FDJ) in 3h17’21”
2. Nairo Quintana (Col, Movistar) a 18″
3. Ryder Hesjedal (Can, Cannondale) a 41″
4. Alejandro Valverde (Esp) a 1’38”
5. Christopher Froome (Gbr, Sky) s.t.
6. Pierre Rolland (Fra) a 1’41”
7. Richie Porte (Aus) a 2’11”
8. Andrew Anacona (Col) a 2’32”
9 Wouter Poels (Ned) a 2’50”
10. Ruben Plaza Molina (Esp) s.t.
14. Bauke Mollema (Ned) a 3’30”
15. Vincenzo Nibali (Ita) s.t.
16. Alberto Contador (Esp) s.t.
20. Robert Gesink (Ned) s.t.
Questa invece la classifica generale, definitiva a meno della passerella conclusiva di domani:
1. Christopher Froome (Gbr, Sky) in 81h56’33”
2. Nairo Quintana (Col, Movistar) a 1’12”
3. Alejandro Valverde (Esp, Movistar) a 5’25”
4. Vincenzo Nibali (Ita) a 8’36”
5. Alberto Contador (Esp) a 9’48”
6. Robert Gesink (Ned) a 10’47”
7.

Bauke Mollema (Ned) a 15’14”
8. Mathias Frank (Sui) a 15’39”
9. Romain Bardet (Fra) a 16’00”
10. Pierre Rolland (Fra) a 17’30”

1 Trackback & Pingback

  1. Tour de France 2015, 20 tappa risultati e classifica | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche