Tour de France 2015: da oggi 3 giorni sui Pirenei. Tutte le salite

Sport

Tour de France 2015: da oggi 3 giorni sui Pirenei. Tutte le salite

Da oggi si fa sul serio, perché la carovana del Tour de France 2015 si trasferisce sui Pirenei, dove la strada inizierà a impennarsi e resterà davanti solo chi ha le gambe.

Il primo vero gran premio della montagna è previsto già oggi, con la 10a tappa, con arrivo a Pierre Saint Martin dopo una scalata di più di 20 km con pendenze che arrivano all’11%.

Mercoledì (11a tappa) sarà invece il giorno cruciale del blocco pirenaico: nella tappa da 188 km da Pau a Cauterets si scaleranno il Col d’Aspin (12 km al 6.5%) e il Col du Tourmalet (17 km circa al 7.2% in media), affrontando poi l’ascesa finale verso Cauterets (6.4 km al 5%).

Giovedì (12a tappa) saranno invece quattro i gran premi della montagna: il Col de Portet d’Aspet, (4.3 km al 9.7%), il Col de la Core (14.1 km al 5.7%), il Port de Lers, (12.9 km al 6%) e il terribile Plateau de Beille con i suoi 15.8 km al 9%.

In classifica generale Froome ha 1’03” su Contador, 1’59” su Quintana e 2’22” su Nibali.

La tre giorni pirenaica darà responsi importantissimi.

Innanzitutto, la tenuta di Froome in montagna: dei quattro big, lo specialista è Quintana, che con i suoi 55 kg inizierà ad attaccare con ogni probabilità già al primo tornante, cercando di limare il più possibile i 2 minuti che lo separano dalla leadership. Tattica simile dovrà avere Nibali, mentre Contador potrà permettersi di aspettare le mosse degli altri.

Difficile che la classifica si stravolga già il primo giorno, salvo che Froome non incappi proprio in una giornata negativa, ma, da mercoledì, i vari Tourmalet e Plateau de Beille potrebbero davvero ridisegnare i distacchi.

Se Froome avrà gamba, anziché pensare solo a difendersi, potrebbe decidere di blindare la maglia gialla cercando di mandare in difficoltà tutti o parte dei suoi avversari diretti. Non bisogna infatti dimenticare che, la prossima settimana, ci saranno le Alpi, dove potrebbe essere fondamentale presentarsi con 3 e 4 minuti di vantaggio per potersi permettere qualche (limitato) fuori giri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche