Traffico internazionale di droga: arrestate 12 persone

Roma

Traffico internazionale di droga: arrestate 12 persone

Dodici persone sono state arrestate dalla Squadra Mobile della polizia della Capitale, accusate di traffico internazionale di droga.

Dodici persone sono state arrestate dalla Squadra Mobile della polizia della Capitale, accusate di traffico internazionale di droga.

Arrestate dodici persone: accusati di traffico internazionale di droga

La Squadra Mobile della polizia di Roma ha arrestato dodici persone su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia della Capitale. Ma non solo. Oltre agli arresti, la Squadra Mobile ha eseguito anche numerose perquisizioni sul litorale romano.

Questa inchiesta ha dunque permesso di smantellare una vera e propria organizzazione criminale, dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti importate dal Sudamerica. Questo infatti è quanto emerso dall’Operazione Regina, che ha portato a sgominare una associazione a delinquere.

I precedenti casi di spaccio a Roma

Questo è soltanto l’ultimo episodio che riguarda da vicino lo spaccio di droga in ambienti romani. Qualche giorno fa, infatti, cinque pusher, tutti di nazionalità somala, sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Porta Pia nel corso di alcuni controlli nella movida romana.

La zona era già monitorata da diverso tempo dagli agenti, che tenevano sotto osservazione in particolar modo il gruppo che di solito sostava sulle panchine dei giardini a Piazza Bologna, un’area particolarmente frequentata soprattutto da studenti universitari.

Da qui l’inizio dell’operazione degli agenti del commissariato di Porta Pia, diretto da Anna Galdieri, che come descritto in precedenza hanno arrestato cinque persone di origine somala con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il gruppo di ragazzi (due giovani di 22 anni, due di 20 anni e uno di 21 anni) è stato colto in flagranza di reato, mentre cedevano l’erba ai giovani universitari, che si riuniscono in quella zona.

Dopo averli fermati e identificati, i poliziotti li hanno perquisiti, rinvenendo diversi involucri pronti per lo smercio di marijuana, banconote di vario taglio e un bilancino di precisione.

Ad inizio settembre, invece, un giovane ha scelto un incensurato, al quale pagava un affitto per nascondere la sostanza stupefacente che poi piazzava nel quartiere. Anche questa vicenda si è svolta a Roma. Ma gli agenti del commissariato Primavalle lo tenevano sott’occhio già di diverso tempo, seguendone gli spostamenti.

Il controllo è scattato nel momento in cui hanno avuto la certezza che l’appartamento dal quale lo avevano appena visto scendere era utilizzato come nascondiglio della droga. All’interno dell’abitazione, infatti, i poliziotti hanno trovato 1,7 kg di hashish, 200 confezioni di cocaina per un peso di circa 100 grammi e 10 munizioni calibro 38 special.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche