Tragedia nel Sulcis: muore bimbo, ferita la madre, si suicida il convivente COMMENTA  

Tragedia nel Sulcis: muore bimbo, ferita la madre, si suicida il convivente COMMENTA  

Una tragedia che ha sconvolto un’intera comunità quella che è successa a Sant’Antioco, nel Sulcis, questa mattina. Un bambino di soli due anni e mezzo è stato trovato morto, la madre ferita a martellate probabilmente dal convivente (che non era il padre del bimbo), il quale è stato ritrovato poche ore fa morto, dopo che si è suicidato impiccandosi ad un albero di fichi nelle campagne della cittadina lagunare del Sulcis.

I.G., 35 anni, ricercato da stamattina dopo l’aggressione alla compagna nell’abitazione in cui i due convivevano e dove è stato trovato morto – intorno alle 8 del mattino – per cause misteriose il bambino della donna. La madre, D. S., di 23 anni, non sarebbe in pericolo di vita, avrebbe subito chiesto aiuto ai vicini, ma per il piccolo non c’era più nulla da fare.

La donna sarebbe stata aggredita dal convivente, portata all’ospedale di Carbonia dai soccorsi del 118 non sarebbe comunque in pericolo. Sul corpo del bambino, figlio di un altro uomo dal quale la donna si era da poco separata, non sono comunque stati trovati segni di violenza.

Le cause dell’aggressione sono ancora tutte da chiarire. Il pm che coordina le indagini è Maria Virginia Boi della procura della Repubblica di Cagliari.

1 Commento su Tragedia nel Sulcis: muore bimbo, ferita la madre, si suicida il convivente

  1. pregate la madonna ascoltatela vi avicinerea sempre di piu a gesu , solo lui puo salvarci dal male che ci affligge non abbiate paura combattete e fatelo conoscere non abbiate paura di parlare di lui se no lui si vergognera di voi nell ultima ora e sara troppo tardi.DIO vi ama vi vuole con lui ascoltatelo ogni domenica a messa convertitevi e la piu semplice cosa da fare . NON GIUDICATE MA PRIMA PENSATE ALLE VOSTRE AZIONI SOLO COSI CAPIRETE, CREDETE E VEDRETE PREGATE E COMBATETE LE PASSIONI SPECIALMENTE QUELLE DEL MALE CHE AFFLIGGONO L ANIMA

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*