Trama del film Lo Hobbit

Guide

Trama del film Lo Hobbit

Avvicinandosi al suo 111 ° compleanno, l’hobbit Bilbo Baggins inizia a scrivere la storia completa della sua avventura avvenuta 60 anni prima per il bene di suo nipote Frodo. Molto prima del coinvolgimento di Bilbo, il re nano Thrór porta un’era di prosperità sotto la Montagna Solitaria fino all’arrivo del drago Smaug. Dopo aver distrutto la vicina città di Dale, Smaug caccia i Nani dalla loro montagna e si prende il loro tesoro di oro. Il nipote di Thrór, Thorin, vede Re Thranduil e i suoi Elfi Silvani su una collina vicina, decide quindi di chiedere aiuto a loro ma questi si rifiutano e da qui ha inizio l’odio profondo tra Nani e Elfi.
Nella Contea, il cinquantenne Bilbo viene ingannato dal mago Gandalf il Grigio che gli fa ospitare una festa per Thorin e la sua compagnia di nani: Balin, Dwalin, Fili, Kili, Dori, Nori, Ori, Óin, Glóin, Bifur, Bofur e Bombur.

L’obiettivo di Gandalf è di reclutare Bilbo per aiutarli nella loro ricerca per entrare nella Montagna Solitaria. Bilbo non è disposto ad accettare in un primo momento, ma cambia idea dopo che tutti se ne sono andati. Durante il viaggio la compagnia viene catturata da tre troll. Gandalf espone i troll alla luce del sole ed essi vengono trasformati in pietra. La compagnia trova la grotta dei troll, il tesoro e le lame elfiche.
La compagnia incontra poi il mago Radagast il Bruno che li informa di un incontro che sta avendo luogo a Dol Guldur con il Negromante, uno stregone che sta corrompendo Greenwood con la magia nera. La compagnia viene poi inseguita dagli orchi su Warg. Radagast copre la loro fuga e Gandalf porta la compagnia attraverso un passaggio in pietra a Rivendell. Lì, Lord Elrond rivela la presenza di una porta segreta sulla mappa della Montagna Solitaria, essa sarà visibile solo durante il giorno di Durin.

Gandalf si avvicina poi al Bianco Consiglio, composto da Elrond, Galadriel e Saruman il Bianco, che stanno discutendo del suo coinvolgimento con i nani.
Senza Gandalf la compagnia viaggia nelle Montagne Nebbiose e si ritrova in mezzo a una colossale battaglia tra i giganti di pietra. Si rifugiano così in una grotta e vengono catturati dai Goblin che li portano al loro capo, il Grande Goblin. Bilbo si separa dai nani e cade in una caverna dove incontra Gollum che perde accidentalmente un anello d’oro mentre sta uccidendo un goblin randagio per mangiarselo. Dopo aver intascato l’anello Bilbo si ritrova di fronte a Gollum. Gollum e Bilbo giocano tra loro fino a quando Gollum non vede accidentalmente l’anello nella tasca di Bilbo e decide di attaccare l’hobbit. Bilbo scopre che l’anello gli garantisce l’invisibilità e sfugge a Gollum.
Nel frattempo il Grande Goblin rivela ai nani che Azog, un Orco che durante la guerra aveva decapitato Thrór e perso l’avambraccio a causa di Thorin nella battaglia al di fuori del regno dei Nani di Moria, ha posto una taglia sulla testa di Thorin.

Gandalf arriva e uccide il Grande Goblin. Bilbo esce dalla montagna e si ricongiunge alla compagnia mantenendo segreto il suo anello. La compagnia è vittima di un’imboscata da parte di Azog. Thorin colpisce Azog ma viene buttato a terra. Bilbo riesce però a salvare Thorin portandolo via velocemente. In lontananza la società vede la Montagna Solitaria, Contemporaneamente il drago Smaug viene svegliato dal rumoro della lotta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*