Trani: arrestato Lojudice, l’avvocato che intascava dall’Inps contributi mai richiesti COMMENTA  

Trani: arrestato Lojudice, l’avvocato che intascava dall’Inps contributi mai richiesti COMMENTA  

Ieri, su ordinanza del gip del Tribunale di Bari Roberto Oliver del Castillo, l’avvocato cinquantasettenne di Trani, Oscar Lojudice  è stato arrestato.

Su di lui pesano falsità ideologica, truffa all’Inps e al Ministero della Giustizia da otto anni a questa parte.


Il meccanismo truffa elaborato dal professionista era molto semplice. Lojudice, infatti, avviava nei confronti dell’Inps cause finalizzate a recuperare crediti per contribuiti di disoccupazione spettanti ai suoi clienti agricoltori, con tanto di firma falsa, perché in realtà gli agricoltori non avevano mai richiesto all’Inps i contributi in questione. Le cause vinte garantivano un discreto incasso se si considera che Lojudice ha intascato in tutto 620 mila euro.


Ma oltre a Lojudice sono indagate altre due persone. Il responsabile di un patronato di Corato e il cancelliere del Tribunale del Lavoro di Trani.


L’indagine nei confronti dei tre è iniziata a giugno del 2010, quando la Procura della Repubblica di Trani volle approfondire una sentenza emessa dal giudice del lavoro riguardante un procedimento civile per un agricoltore di Corato.

L'articolo prosegue subito dopo


A incastrare l’intraprendente avvocato, la falsa firma. Perché proprio la verifica grafologica disposta dal pubblico ministero ha riscontrato difformità tra la firma presente sull’atto notificato all’Inps, cioè quella falsa, e la sottoscrizione del lavoratore, cioè la firma autentica.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*