Trapani, 12 arresti per estorsione: indagato un consigliere comunale di Castellammare COMMENTA  

Trapani, 12 arresti per estorsione: indagato un consigliere comunale di Castellammare COMMENTA  

Trapani – Gli agenti della squadra mobile  di Trapani hanno arrestato dodici persone. I provvedimenti sono stati emessi dal Gip di Palermo Luigi Petrucci, che ha accolto le richieste del Procuratore aggiunto di Palermo, Maria Teresa Principato e dei pm Paolo Guido, Carlo Marzella e Pierangelo Padova.

In carcere anche un consigliere comunale di Castallemmare del Golfo. Gli arresti sono stati eseguiti tra la Sicilia e la Lombardia, da Castellammare del Golfo, Alcamo, Calatafimi e Vita, e in Lombardia a Milano e Sesto San Giovanni.

Gli arrestati chiedevano il pizzo a commercianti e imprenditori. Per gli arrestati le accuse sono di di associazione mafiosa, estorsione aggravata, incendio aggravato, violazione di domicilio e violazione delle misure di sorveglianza speciale.

 Tra gli indagati c’è anche un consigliere comunale di Castellammare del Golfo, Girolamo Genna. Gli arrestati sono: Antonino Bonura, imprenditore, 49 anni, Antonino Bosco, 57 anni, – gli agenti gli hanno notificato la misura in carcere, dove sconta una condanna all’ergastolo -, Vincenzo Bosco, operaio, 49 anni, Sebastiano Bussa, 37 anni, Vincenzo Campo, procacciatore d’affari, 44 anni, Salvatore Giordano, imprenditore, 53 anni, Rosario Leo, imprenditore, 43 anni, Salvatore Mercadante, allevatore, 28 anni, Nicolò Pidone, dipendente della Forestale, 50 anni, Diego Rugeri, 32 anni, Giuseppe Sanfilippo, operaio, 30 anni e Michele Sottile, 59 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*