Trattativa Stato Mafia: Berlusconi convocato dai pm ma lui è impegnato COMMENTA  

Trattativa Stato Mafia: Berlusconi convocato dai pm ma lui è impegnato COMMENTA  

20120718-093222.jpg

Palermo – Silvio Berlusconi si sarebbe dovuto presentare, in qualità di teste, dai pm di Palermo Ingroia e Messineo che conducono l’inchiesta sulla trattativa Stato Mafia.

La convocazione era fissata per il 16 luglio ma l’ex premier non si è presentato perché impossibilitato per altri impegni. Il Cavaliere aveva una riunione con un gruppo di economisti a villa Gernetto.

“E’ ripartito il circo giudiziario…”, questo è stato il commento di Berlusconi dal quale i magistrati vorrebbero sapere di alcuni prestiti infruttiferi fatti a favore di Marcello Dell’Utri.

Secondo i pm, Berlusconi sarebbe stato vittima di un’estorsione. L’inchiesta sulla trattativa Stato Mafia vede indagati Marcello Dell’Utri, il senatore Nicola Mancino, il senatore Calogero Mannino, e i generali dei carabinieri Mario Mori e Antonio Subranni.

L'articolo prosegue subito dopo

Secondo quanto riferito da alcuni pentiti eccellenti, Dell’Untri avrebbe fatto da mediatore nella trattativa tra Cosa Nostra e i vertici dello Stato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*