Tre sottostimati scrittori americani contemporanei: Dana Gioa, Mark Jarman e Robert McDowell

Guide

Tre sottostimati scrittori americani contemporanei: Dana Gioa, Mark Jarman e Robert McDowell

Dana GioiaUno dei più importanti contributi alla letteratura americana degli ultimi venticinque anni, ma anche uno dei più sottostimati autori è Dana Gioia e insieme a lui Mark Jarman e Robert McDowell. Nonostante essi abbiano ampliato il panorama letterario, hanno avuto non pochi problemi nella pubblicazione. L’unico problema, se così possiamo chiamarlo, è che essi sono autori di poesie, e quindi sono mal visti dagli autori di libri e dai lettori che pensano che la poesia sia uno stile letterario antiquato. Essi vanno comunque per la loro strada: hanno aggiunto qualcosa di nuovo al modo di scrivere e leggere una poesia.

Dana Gioa. Presidente del National Endowment of the Arts, riconosciuto a livello internazionale come uomo di lettere, ha scritto “Counting the Children” and “The Homecoming”, poemi lunghi comparsi anche nella sua seconda raccolta di poesie, “The Gods of Winter”. Storie mature, piene di carattere, trama, cambiamenti narrativi che ci si aspetta di leggere nei racconti a capitoli ma che troviamo sotto forma di poesia.

Mark Jarman.

Professore d’Inglese alla Vanderbilt University, ha scritto molte opere ed è uno dei maggiori esponenti della letteratura americana. La sua opera “Iris” è a metà tra un libro e una serie di poesie sullo stesso stile di Gioa. Se siete amanti di Robinson Jeffers allora Jarman vi piacerà.

Robert McDowell. Autore di medie e lunghe storie in versi, raccontarle per lui è vitale. Una di queste è raccontata in “The Pact”, contenuta nella collezione “On Foot, in Flames”. Versi sciolti e rime metriche.

La caratteristica comune di questi poeti è la scelta di termini accessibili a tutti, non soltanto ai colti, il tema della violenza e quindi della lotta tra bene e male e il racconto di storie sotto forma di poesie più o meno lunghe. Le storie in questo modo possono essere lette molto più velocemente, rispetto ai capitoli, anche grazie all’impatto stilistico che risulta più facile da leggere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*