Treccia a cascata, come imparare a farla COMMENTA  

Treccia a cascata, come imparare a farla COMMENTA  

Molti tutorial insegnano come realizzare una treccia a cascata, una bellissima pettinatura che rende insieme nobili e ordinate le donne che la indossano. Questa guida spiegherà passo dopo passo, con la maggiore chiarezza possibile, quale sia la strategia più efficace.

  • Innanzitutto, è bene preparare i capelli nel modo più conveniente: le acconciature vengono meglio se i capelli sono umidi e ben spazzolati con un pettine a denti larghi, anche sotto la nuca, dove si accumulano più nodi, evitando che si asciughino del tutto.

     Se sono asciutti, tendono ad essere troppo fluenti e a sfuggire dalle dita.

  • A questo punto, sempre con l’ausilio del pettine, bisogna dividere i capelli nel centro della testa.
  • Successivamente, si deve prendere una ciocca di capelli nella sezione superiore della testa, partendo dalla fronte e dividerla in tre parti, aiutandosi col pettine a tenere ferma l’altra parte.
  • Ora si può iniziare a intrecciare tra di loro le tre piccole ciocche, andando dalla fronte alla nuca e, mano a mano che si scende, incorporando altre ciocche libere.
  • Una volta conclusa l’ultima parte della prima sezione della treccia, si deve lasciar andare l’ultima ciocca: questo conferirà il caratteristico effetto “a cascata”. Quindi si ricomincerà prendendo un’altra ciocca vicina per sostituire quella lasciata andare e così fino alla fine.
  • Quando si avrà completato anche l’altra metà della testa, se necessario si può bloccare le estremità con delle forcine.

    Le due metà possono essere intrecciate tra di loro fino a finire la lunghezza dei capelli.

  • Si può completare l’acconciatura con un fermaglio che si abbini all’outfit o con un semplice elastico.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*