Tripoli, miliziani filo Gheddafi occupano l’aeroporto: passeggeri costretti a scendere dagli aerei

Esteri

Tripoli, miliziani filo Gheddafi occupano l’aeroporto: passeggeri costretti a scendere dagli aerei

Tripoli – É alta la tensione a tripoli dove un gruppo di miliziani filo Gheddafi hanno occupato, armi in pugno, l’aeroporto di Qaser Ben Ghashir. Da quanto riferisce Al Jazera, i voli sono stati cancellati e tutti i passeggeri in procinto di partire sono stati fatti scendere dagli aerei. I miliziani della brigata “Al Awfia” hanno gatto irruzione sulla pista a bordo di diversi mezzi e con armi pesanti. Sono stati sparati diversi colpi in aria e sarebbe rimasto ferito un addetto ai bagagli. I miliziani chiedono la liberazione di Abu Ujeila Al Habashi, uno dei leader della milizia. L’uomo è scomparso da 48 ore. Abu Ujeila Al Habashi si era recato a tripoli per consegnare alcuni carrarmati all’esercito regolare e non avrebbe più dato notizie di sé. Abu Ujeila Al Habashi non si troverebbe in mano alle autorità ma, stando a quanto riferisce un portavoce del CNT, sarebbe stato rapito da ribelli armati sconosciuti mentre era in viaggio tra Tarhouna e Tripoli la scorsa notte.

Esponenti del CNT stanno cercando di avviare una trattativa con la milizia affinché lascino l’aeroporto. In cambio verrà aperta un’inchiesta per scoprire cosa sia capitato al loro leader.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche