Troppi debiti di gioco: 48enne si da fuoco COMMENTA  

Troppi debiti di gioco: 48enne si da fuoco COMMENTA  

Torino – Un uomo di 48 anni, meccanico, si è arso vivo a causa dei debiti di gioco accumulati con il videopoker e le scommesse sportive. Il dramma si è consumato in un campo alla periferia di Torino.

Un passante ha avvertito la polizia. A casa del suicida è stato ritrovato un biglietto nel quale si spiegavano i motivi del gesto.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*