Troppi pensieri fanno ingrassare COMMENTA  

Troppi pensieri fanno ingrassare COMMENTA  

Esiste un nesso tra i chili di troppo e lo sforzo intellettivo. Una recente ricerca condotta nel 1999 dall’Università di Standford su un campione di 165 studenti ha messo in evidenza che in genere quando ci si concentra eccessivamente si è più disposti a consumare alimenti grassi. I risultati della ricerca sono stati riportati su “Atlantico”.

Leggi anche: Cos’è successo di preciso fra Donald Trump, Taiwan e la Cina


L’esperimento si è svolto tramite un test: metà degli studenti coinvolti doveva memorizzare due numeri, gli altri invece dovevano ricordare una serie formata da sette cifre. Dopo di che i membri di entrambi i gruppi potevano optare per la frutta o una fetta di torta al cioccolato. Coloro che avevano svolto l’esercizio più complesso hanno preferito mangiare la torta anziché la frutta. I ricercatori hanno quindi rilevato l’esistenza di un forte legame tra conoscenza e volontà. In genere chi si impegna in attività che richiedono autocontrollo, riflette meno rispetto agli altri.

Leggi anche: Presidenziali Francia, la situazione dopo la rinuncia di Hollande


Per dimostrare quanto la psiche umana sia fragile e labile è stato utile effettuare un esperimento sui cani: il primo, che è dovuto restare fermo per dieci minuti non è riuscito a concentrarsi sul gioco che gli era stato dato per più di un minuto. L’altro, invece, cui è stata data la possibilità di rilassarsi, ha perso più tempo a trastullarsi con il giochino. L’affaticamento mentale può provocare mancanza di volontà e portare a decisioni errate o scelte alimentari non sane. La soluzione ideale non è certo smettere di pensare, ma almeno di non diventare schiavi dei pensieri nella vita di tutti i giorni, imparando a lasciarsi andare quando è necessario.


 

Leggi anche

donald trump
Esteri

Cos’è successo di preciso fra Donald Trump, Taiwan e la Cina

Donald Trump si muove, secondo alcuni, come l’elefante nel negozio di cristalli. Il nuovo presidente USA già al centro di un caso diplomatico. Il neo eletto 45 esimo presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump ha già fatto infuriare la Cina. Non ancora insediato alla Casa Bianca (lo sarà a partire dalla metà del prossimo mese di gennaio), il tycoon sembrerebbe essere incappato in una gaffe diplomatica. O forse, come evidenziano alcuni commentatori, non si è trattato di una gaffe, ma di un comportamento cercato e voluto: di una provocazione ai danni di Pechino. La questione è molto semplice. Donald Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*