Troppo povero per restare: minatore minacciato di espulsione in Belgio

News

Troppo povero per restare: minatore minacciato di espulsione in Belgio

Disavventura singolare per un italiano emigrato in Belgio dal 1967. Il signor Vito Sabia si è trasferito da Potenza con la sua famiglia, e in Belgio ha trovato lavoro come minatore. Il 14 Maggio scorso l’uomo ha ricevuto un mandato di espulsione dall’ufficio immigrazione di Bruxelles.

La motivazione? Troppo povero per restare in Belgio, la sua condizione economica precaria potrebbe diventare un peso per il sistema di sicurezza sociale vigente in questo paese europeo.

La cosa assurda è che il minatore italiano percepisce una pensione di importo pari a 1600 euro netti: purtroppo la cifra è destinata in parte a pagare gli alimenti ai figli nati dal primo matrimonio.

Casi come questo stanno diventando molto frequenti: chi perde improvvisamente il lavoro, chi cerca un impiego da più di tre mesi oppure si ritrova senza reddito temporaneamente diventa un cittadino di serie B, nonostante l’appartenenza comune all’Unione europea.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...