TruCam autovelox: come registra la velocità

TruCam autovelox: come registra la velocità

Motori

TruCam autovelox: come registra la velocità

TruCam autovelox: come registra la velocità
TruCam autovelox: come registra la velocità

TruCam è l’autovelox più preciso al mondo: grazie alla tecnologia del Telelaser è in grado di rilevare sei violazioni al secondo.

Si chiama Telelaser la tecnologia che permette a TruCam di essere considerato un autovelox infallibile. Questo sistema manda infrarossi multipli diretti alla macchina di passaggio, e calcola ognuno di essi restituendo informazioni dettagliate su veicolo e automobilista. TruCam è in grado non solo di rilevare la velocità del mezzo, ma anche di riconoscere la categoria del veicolo che si sta guidando. Questo consente alla polizia stradale di riscontrare eventuali infrazioni di mezzi pesanti, per i quali il limite è sempre inferiore a quello segnalato. È inoltre dotato di una telecamera che permette il riconoscimento del guidatore. L’obiettivo di TruCam può determinare se il guidatore stia usando uno smartphone e se abbia o meno le cinture allacciate. Le immagini ad alta risoluzione, e la loro geolocalizzazione attraverso i sistemi GIS e GPS, consentono inoltre di rilevare anche la distanza tra due veicoli.

Le caratteristiche avanzate di questo sistema permettono, quindi, anche la segnalazione di eventuali infrazioni che non siano solo collegabili alla velocità del mezzo. Tutte le immagini e i dati sviluppati da TruCam al passaggio dell’auto vengono elaborati in tempo reale, senza alcuna latenza. Inoltre ogni informazione è codificata attraverso il sistema AES-128, che impedisce la manomissione di qualsiasi dato (Tamper-proof security). La tecnologia utilizzata da TruCam appartiene alla Laser Technology Inc, azienda situata nel Colorado, la quale dichiara di aver già venduto più di 10000 unità in tutto il mondo. Nonostante l’estrema precisione, però, sarà ancora possibile fare ricorso contro una multa, in quanto in ogni paese ciò è previsto dalla legge. Risulterà, però, molto più difficile vincere tale ricorso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche