Truccati anche gli esami per la patente di guida

Bari

Truccati anche gli esami per la patente di guida

Otto ordinanze per custodia cautelare sono state emanate dalla Guardia di Finanza di Brindisi per un’associazione a delinquere che truccava esami di scuola guida.

Tre titolari di scuola guida, infatti, sono stati arrestati: avevano creato un sistema con supporti e strumentazioni elettroniche che assicurava il conseguimento del test ai candidati impreparati che però pagavano con altro denaro il servizio truccato dell’esame.

Durante la prova teorica dei test per la patente di guida ai candidati veniva fornito un orologio – telefono per comunicare le domande alle quali potevano rispondere con grazie a due cellulari utilizzati con la vibrazione posti nelle tasche dei pantaloni. Se il cellulare vibrava a destra significava che la risposta era vera, mentre se a vibrare era il lato sinistro la risposta era falsa.

Un sistema ben congegnato che le fiamme gialle hanno scoperto dopo attente ricerche che sono intervenute durante lo svolgimento di una prova. Dal 2010 sono nati i primi sospetti dopo la denuncia di un’allieva della scuola guida alla quale le furono chiesti 2000 euro per il superamento del test e i relativi suggerimenti.

Le patenti conseguite con tale sistema sono state sequestrate.

E sono state arrestati: Giuseppe Lanzillotti, 37 anni, di Brindisi (residente a Carovigno) Giuseppe Flora, 55 anni, di Carovigno (Brindisi), Giuseppe Caramia, 46 anni, di Alberobello (Bari), titolari di altrettante autoscuola con sede a Ostuni, Fasano e Carovigno, sui quali grava l’ipotesi di reato più pesante, quella di associazione a delinquere, ma anche falso ideologico. In manette sono finiti anche i neo-patentati Antonio Massaro, 57 anni, di Brindisi, Marco Borini, 21 anni, di Castel San Pietro (Bologna), Angelo Ferrari, 45 anni, di Brindisi, Christian Ferrari, 19 anni, di Brindisi e Giovanni Dorsi, 57 anni, di Castellana Grotte (Bari).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*