Truffa hard su Facebook, attenti al ricatto COMMENTA  

Truffa hard su Facebook, attenti al ricatto COMMENTA  

Un’esperienza hard che prometteva grandi emozioni si è trasformata in un incubo per un uomo di 40 anni, originario di Belluno, adescato come tanti altri in una truffa a luci rosse architettata nei minimi particolari.

La truffa cominciava con la richiesta di contatto su Facebook da parte di ragazze molto avvenenti che dichiarano di provenire dal Nord America oppure dall’Europa.

Ovviamente i destinatari della cyber-truffa dal sapore hot sono uomini di età compresa tra i 40 e i 50 anni, la maggior parte dei quali ha abboccato cominciando con queste donne uno scambio di immagini hard e confidenze piuttosto intime.

E’ successo anche al 40enne bellunese che si è rivolto alla Questura di Belluno riferendo di essere vittima di un’estorsione: la persona che lo aveva contattato su Facebook lo aveva incastrato chiedendogli 3mila e 500 euro.

L'articolo prosegue subito dopo

Altrimenti, se questi avesse rifiutato, avrebbe provveduto a diffondere tra i suoi amici il video hard registrato su Skype.

Il commissario Capo della Polizia di Stato di Belluno ha riferito che questo è un fenomeno criminale che purtroppo è in continua crescita e non ha confini territoriali. Le truffatrici sono molto abili e riescono a convincere gli uomini vittime del raggiro a mostrarsi in atteggiamenti osè per poi filmarli e chiedere il riscatto. La Polizia inoltre avvisa che il pagamento del riscatto non garantisce che il video sia effettivamente distrutto. Si consiglia quindi di interrompere subito la comunicazione e di mettere fine al rapporto on-line.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*