Trump ne blocca 7 su Twitter e loro lo denunciano: "Ci vediamo in tribunale"

Trump ne blocca 7 su Twitter e loro lo denunciano: “Ci vediamo in tribunale”

Esteri

Trump ne blocca 7 su Twitter e loro lo denunciano: “Ci vediamo in tribunale”

Usa

"La Casa Bianca agisce illegalmente quando esclude le persone semplicemente perché non sono d'accordo con il presidente"

Il presidente Donald Trump verrà trascinato in tribunale da sette utenti che sono stati bannati dal suo profilo Twitter, dopo aver commentato alcuni post in modo critico o ironico. I sette lo accusano di aver violato il principio costituzionale di libertà di espressione.

Gli utenti del social hanno avviato un’azione legale contro il presidente americano accusandolo di aver violato il primo emendamento della costituzione. Secondo l’accusa, Twitter è una piattaforma che permette ai cittadini di parlare direttamente con le istituzioni, in modo molto “simile a come si parlerebbe su un marciapiede“. Quindi l’accusa rivolta a Trump è quella di aver impedito questa comunicazione violando il primo emendamento della costituzione americana, che tutela la libertà di espressione.

La denuncia è stata presentata dal gruppo per la difesa del primo emendamento della Columbia University, il Knight First Amendment Institute che nelle scorse settimane aveva inviato delle lettere proprio al presidente per chiedere di riabilitare gli account.

Secondo Jameel Jaffer, direttore esecutivo dell’Istituto, gli account di Trump @realDonaldTrump o @Potus sono da considerarsi un “forum pubblico” dove “il primo emendamento si applica a questo spazio digitale allo stesso modo in cui si applica ai consigli comunali o alle riunioni scolastiche“. Ha inoltre poi affermato “La Casa Bianca agisce illegalmente quando esclude le persone semplicemente perché non sono d’accordo con il presidente“.

Secondo i critici, il presidente utilizzerebbe il suo profilo Twitter per comunicazioni istituzionali, per cui tutti i cittadini dovrebbero avere accesso a questi messaggi. Donald Trump è infatti un assiduo frequentatore del social network, dove conta un numero elevatissimo di seguaci. “My use of social media is not Presidential – it’s MODERN DAY PRESIDENTIAL. Make America Great Again!” è il suo motto sul social.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche