Trump: il consigliere “Hilary Clinton è da fucilare” COMMENTA  

Trump: il consigliere “Hilary Clinton è da fucilare” COMMENTA  

clinton
clinton

Andrebbe fucilata per tradimento“. Così dice Al Baldasaro di Hillary Clinton alla convention repubblicana di Cleveland, in Ohio. Baldasaro è uno dei consiglieri di Donald Trump, che in questi giorni si è vista affidata la nomination da parte dei repubblicani. E la campagna elettorale presidenziale alza ancora una volta i toni.

Leggi anche: Cos’è successo di preciso fra Donald Trump, Taiwan e la Cina


La frase ha provocato shock nei media americani. Le dichiarazioni eclatanti e spesso aggressive non sono una novità nel mondo politico americano. Ma è la prima volta che una parte evoca direttamente il plotone d’esecuzione per la candidata rivale. Questo in una situazione politica molto tesa in America, con grossi problemi razziali e di polizia.

Leggi anche: A Clinton più voti di Trump: ecco perché non ha vinto Hillary


Baldasaro, che approfitta del momento per ricordare la sua militanza nell’esercito in Medio Oriente, non ha usato mezzi termini. Il repubblicano ha lanciato minacce alla Clinton, e l’ha definita traditrice per il suo ruolo nell’attacco di Bengasi del 2012. La Clinton si era assunta la responsabilità del fallito controllo del controverso attacco da parte di estremisti islamici che aveva ucciso l’ambasciatore americano in Libia.


Forti dubbi erano sorti sulla gestione della sicurezza locale, e sulla mancanza di rinforzi e informazioni che, secondo i repubblicani, Clinton avrebbe dovuto fornire ai diplomatici. L’attentato di Bengasi è considerato da molti nella destra americana come un tradimento. Ma è la prima volta che viene chiesta la pena di morte per una situazione simile.

L'articolo prosegue subito dopo


Intanto, il servizio segreto americano ha già aperto un’inchiesta sulle parole del consigliere.

Leggi anche

Michelle Thomson: "violentata a 14 anni". La deputata racconta
Esteri

Michelle Thomson: “violentata a 14 anni”. La deputata racconta

Durante un dibattito sulla violenza sulle donne emerge una testimonianza: una deputata scozzese racconta di essere stata vittima di violenze sessuali quando aveva 14 anni   Una testimonianza che ha lasciato tutti a bocca aperta, testimonianze emersa a Westminster durante  un dibattito contro la violenza sulle donne. La racconta una deputata scozzese, e dil racconto inizia così: "Quando avevo 14 anni venni violentata. E come accade di solito, è stato qualcuno che conoscevo". Comincia proprio così il toccante racconto della deputata Michelle Thomson, la donna 51enne che ha trovato la forza di raccontare presso la Camera dei Comuni la sua Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*